Concorso Vigili del Fuoco: 12 i posti da vice direttore tecnico scientifico

Termine ricezione domande: 28/11/2022

La Direzione Centrale per l’Amministrazione Generale ha indetto un concorso per l’individuazione di 12 unità da inserire nel ruolo di vice direttore tecnico scientifico.

La Direzione Centrale per l’Amministrazione Generale – Ufficio II – Affari concorsuali e contenzioso – Ufficio per la gestione dei concorsi d’accesso comunica che nella Gazzetta Ufficiale – IV Serie Speciale Concorsi ed Esami – del 28 ottobre 2022, è pubblicato il bando di concorso pubblico, per esami, a 12 posti nella qualifica di vice direttore tecnico-scientifico

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata utilizzando la procedura informatica dal 29 ottobre 2022 e fino al 28 novembre 2022.

Le figure selezionate tramite il concorso

Direzione Centrale per l’Amministrazione Generale – Ufficio II – Affari concorsuali e contenzioso – Ufficio per la gestione dei concorsi d’accesso ha indetto 3 procedure di selezione pubblica per l’individuazione di 12 unità da inserire come vice direttore tecnico scientifico. Le risorse verranno suddivise nel seguente modo:

  • 4 posti nella qualifica di vice direttore tecnico-scientifico, nell’ambito professionale di psicologia, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
  • 4 posti nella qualifica di vice direttore tecnico-scientifico, nell’ambito professionale di chimica;
  • 4 posti nella qualifica di vice direttore tecnico-scientifico, nell’ambito professionale di biologia.

Requisiti di ammissione

I candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti genelari:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti politici;
  • età non superiore agli anni 45;
  • possesso delle qualità morali e di condotta di cui all’ articolo 26 della legge 1° febbraio 1989, n. 53.

I requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande di partecipazione. I requisiti di idoneità fisica, psichica ed attitudinale devono sussistere al momento degli accertamenti effettuati dalla Commissione medica e permanere fino alla data di immissione in ruolo.

Requisiti specifici

I candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • ambito professionale di psicologia: laurea magistrale in psicologia (LM-51). Sono fatte salve, ai fini dell’ammissione al concorso, le lauree universitarie conseguite secondo gli ordinamenti didattici previgenti ed equiparate ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione del 9 luglio 2009 di equiparazione tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) di cui al decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM) di cui al decreto n. 270/2004;
  • ambito professionale di chimica: laurea magistrale in ingegneria chimica (LM-22), in scienze chimiche (LM-54), e in scienze e tecnologie della chimica industriale (LM-71). Sono fatte salve, ai fini dell’ammissione al concorso, le lauree universitarie conseguite secondo gli ordinamenti didattici previgenti ed equiparate ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione del 9 luglio 2009 di equiparazione tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) di cui al decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM) di cui al decreto n. 270/2004;
  • ambito professionale di biologia: laurea magistrale in biologia (LM-6). Sono fatte salve, ai fini dell’ammissione al concorso, le lauree universitarie conseguite secondo gli ordinamenti didattici previgenti ed equiparate ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione del 9 luglio 2009 di equiparazione tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) di cui al decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM) di cui al decreto n. 270/2004.

Come presentare le domande di partecipazione

Le domande di partecipazione dovranno essere inoltrate entro il 28 novembre per via telematica collegandosi al portale del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco; per accedere sarà necessario autenticarsi tramite SPID.

Per essere ammessi a sostenere l’eventuale prova preselettiva e le prove d’esame, i candidati devono presentarsi muniti di uno dei seguenti documenti di riconoscimento in corso di validità:

  • carta d’identità;
  • patente di guida;
  • passaporto;
  • tessera di riconoscimento rilasciata da una Amministrazione dello Stato;
  • altro documento di riconoscimento previsto dall’articolo 35 del decreto del Presidente della Repubblica, 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni.

La mancata presentazione alla prova preselettiva, alle prove scritte o anche soltanto ad una di esse è considerata rinuncia al concorso, quale ne sia stata la causa che l’ha determinata.

Annunci di lavoro

Banner newsletter_ (900 × 600 px)
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui