Bando Vigili del Fuoco per laureati, 87 posti liberi

Sono 87 i posti liberi per laureati nella qualifica di vice direttore del ruolo dei direttivi del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. Di seguito ecco i requisiti di ammissione e tutte le informazioni utili per candidarsi correttamente al concorso pubblico entro e non oltre la data dell’11 giugno.

Bando Vigili del Fuoco per laureati, requisiti

  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti politici
  • età non superiore agli anni 35
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio
  • possesso della laurea magistrale in ingegneria o architettura conseguita al termine di un corso di laurea magistrale, giusta decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di concerto con il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione del 9 luglio 2009
  • abilitazione professionale attinente ai titoli sopra elencati

Tutti i requisiti specifici sono specificati comunque sul bando ufficiale del concorso Vigili del Fuoco per laureati.

Prove

Qualora il numero delle domande presentate superi di venti volte il numero dei posti messi a concorso, ci sarà una prova selettiva che consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla vertenti sulle materie oggetto delle prove di esame. Le prove di esame vere e proprie saranno costituite da due prove scritte e da una prova orale. Verteranno su materie specifiche specificate sul bando ufficiale.

Come partecipare

La domanda di partecipazione al concorso deve essere inviata per via telematica attraverso la pagina specifica dedicata ai concorsi sul sito ufficiale dei Vigili del Fuoco. Per accedere all’applicazione i candidati devono necessariamente essere in possesso di un’identità nell’ambito del Sistema pubblico d’identità digitale (SPID). Chi ne fosse sprovvisto può richiederla secondo le procedure indicate nel sito www.spid.gov.it. Solo in un secondo momento iscriversi ufficialmente al Concorso Vigili del Fuoco per laureati.

Annunci Correlati

Menu