Hacker

Come diventare hacker partendo da zero? Come essere un professionista del mondo dell’hacking con successo, vale a dire apprendere cose nuove e riuscire a risolvere problemi informatici anche molto complicati?

Formazione hacker, cosa sapere

Cominciamo dall’etimologia: hacker viene dall’inglese to hack che significa “rompere”, “intaccare”: lo definiamo come un esperto di informatica che è in grado di accedere a qualsiasi dispositivo informatico senza esserne autorizzato. Un hacker si dedica generalmente alla ricerca di bug, di falle nel codice, errori o difetti che potrebbero metterne a rischio la sicurezza di un privato o di  un’azienda.

Quindi, come diventare hacker? Se sei alle prime armi e non sai come muoverti nel mondo dell’hacking, ti deve essere chiaro che le condizioni basilari sono quelle di sapere cos’è un computer, imparare a utilizzarlo bene ed essere ferrato su più linguaggi di programmazione. Successivamente formati sui principali linguaggi web e apprendi sin da subito a diventare “anonimo”: è infatti fondamentale per un hacker non lasciare le proprie tracce in rete. Per fare tutto ciò, inizia ad aggiornarti visitando siti e blog che trattano di hacking e di sicurezza informatica.

Quanto guadagna un hacker?

In un recente sondaggio svolto negli Stati Uniti, è emerso che in media un hacker guadagna dai 1000 ai 3000 dollari al mese, ma c’è chi raggiunge punte di oltre 20 mila dollari arrivando persino a 200 mila mensili. Insomma, l’hacking paga bene: sia se si è collegati ad una organizzazione strutturata, sia se si è il cosiddetto “cane sciolto” che lo svolge come secondo lavoro o per hobby, per pura passione.

Come diventare hacker partendo da zero? Come essere un professionista del mondo dell’hacking con successo, vale a dire apprendere cose nuove e riuscire a risolvere problemi informatici anche molto complicati?

Formazione hacker, cosa sapere

Cominciamo dall’etimologia: hacker viene dall’inglese to hack che significa “rompere”, “intaccare”: lo definiamo come un esperto di informatica che è in grado di accedere a qualsiasi dispositivo informatico senza esserne autorizzato. Un hacker si dedica generalmente alla ricerca di bug, di falle nel codice, errori o difetti che potrebbero metterne a rischio la sicurezza di un privato o di  un’azienda.

Quindi, come diventare hacker? Se sei alle prime armi e non sai come muoverti nel mondo dell’hacking, ti deve essere chiaro che le condizioni basilari sono quelle di sapere cos’è un computer, imparare a utilizzarlo bene ed essere ferrato su più linguaggi di programmazione. Successivamente formati sui principali linguaggi web e apprendi sin da subito a diventare “anonimo”: è infatti fondamentale per un hacker non lasciare le proprie tracce in rete. Per fare tutto ciò, inizia ad aggiornarti visitando siti e blog che trattano di hacking e di sicurezza informatica.

Quanto guadagna un hacker?

In un recente sondaggio svolto negli Stati Uniti, è emerso che in media un hacker guadagna dai 1000 ai 3000 dollari al mese, ma c’è chi raggiunge punte di oltre 20 mila dollari arrivando persino a 200 mila mensili. Insomma, l’hacking paga bene: sia se si è collegati ad una organizzazione strutturata, sia se si è il cosiddetto “cane sciolto” che lo svolge come secondo lavoro o per hobby, per pura passione.

Nessun risultato trovato.

Menu