Tatuatore

Tutto quello che c’è da sapere per diventare tatuatore: dal percorso di studio e approfondimento al periodo del tirocinio, fondamentale per poter poi lavorare.

I tatuaggi continuano a essere di gran moda tra uomini e donne e la professione del tatuatore è in grande ascesa. Ma come diventare tatuatore? Di seguito troverete qualche informazione utile per intraprendere il giusto percorso.

Chi è il tatuatore

E’ colui che crea e realizza disegni permanenti sulla pelle, di diversi tipi e dimensioni con strumenti appositi, aghi e inchiostri, sia neri che colorati, nel rispetto delle norme igieniche e di sicurezza.

Formazione tatuatore e specializzazioni

Soltanto nel 1998 è stata regolamentata da un punto di vista giuridico la professione di tatuatore con una Circolare Ministeriale (Circolare 05.02.1998 n.2.9/156) dal Ministero della Sanità che regolamenta le condizioni in cui la professione di tatuatore deve essere esercitata per legge. Fino ad allora infatti c’era poca chiarezza in materia. Il primo passaggio obbligato per diventare tatuatore è quello di seguire il Corso Formativo Regionale della durata di 90 ore che costa attorno ai 1.600/1.800 euro e che prevede una prova finale. Una volta ottenuto il diploma, l’aspirante tatuatore necessita di apprendistato: il consiglio è dunque quello di trovare occupazione in uno studio avviato per farsi esperienza.

Quanto guadagna un tatuatore?

Lavorare come tatuatore può anche rivelarsi molto remunerativo, dipende ovviamente dal giro di clienti che si ha, se si lavora in proprio, o dagli accordi economici raggiunti col titolare dello studio, se si lavora come dipendenti. Dipende quindi da caso a caso e fare una stima è difficile.

Tutto quello che c’è da sapere per diventare tatuatore: dal percorso di studio e approfondimento al periodo del tirocinio, fondamentale per poter poi lavorare.

I tatuaggi continuano a essere di gran moda tra uomini e donne e la professione del tatuatore è in grande ascesa. Ma come diventare tatuatore? Di seguito troverete qualche informazione utile per intraprendere il giusto percorso.

Chi è il tatuatore

E’ colui che crea e realizza disegni permanenti sulla pelle, di diversi tipi e dimensioni con strumenti appositi, aghi e inchiostri, sia neri che colorati, nel rispetto delle norme igieniche e di sicurezza.

Formazione tatuatore e specializzazioni

Soltanto nel 1998 è stata regolamentata da un punto di vista giuridico la professione di tatuatore con una Circolare Ministeriale (Circolare 05.02.1998 n.2.9/156) dal Ministero della Sanità che regolamenta le condizioni in cui la professione di tatuatore deve essere esercitata per legge. Fino ad allora infatti c’era poca chiarezza in materia. Il primo passaggio obbligato per diventare tatuatore è quello di seguire il Corso Formativo Regionale della durata di 90 ore che costa attorno ai 1.600/1.800 euro e che prevede una prova finale. Una volta ottenuto il diploma, l’aspirante tatuatore necessita di apprendistato: il consiglio è dunque quello di trovare occupazione in uno studio avviato per farsi esperienza.

Quanto guadagna un tatuatore?

Lavorare come tatuatore può anche rivelarsi molto remunerativo, dipende ovviamente dal giro di clienti che si ha, se si lavora in proprio, o dagli accordi economici raggiunti col titolare dello studio, se si lavora come dipendenti. Dipende quindi da caso a caso e fare una stima è difficile.

Menu