Amazon Women in Innovation: tornano le borse di studio per studentesse di Ingegneria

Amazon Women in Innovation: tornano le borse di studio per studentesse di Ingegneria che avranno così la possibilità di investire in formazione, cosa importantissima per essere sempre preparati in campo professionale. L’obiettivo dichiarato dagli organizzatori di questa iniziativa, giunta alla terza edizione, è proprio questo. Amazon Women in Innovation: aiutare le donne che arrivano da contesti considerati svantaggiati a lavorare nell’innovazione e nella tecnologia.

Qualche info

Amazon Women in Innovation offrirà un finanziamento di 6mila euro all’anno, per tre anni, a quattro studentesse. I percorsi di studio presi in considerazione saranno Ingegneria Matematica o Informatica presso il Politecnico di Milano, Corso di Laurea in Ingegneria Informatica presso il Politecnico di Torino, Facoltà di Ingegneria Informatica o di Ingegneria di Internet dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica, Elettronica e Informatica dell’Università degli Studi di Cagliari.

E oltre alla borda di studio vera e propria, Amazon metterà a disposizione delle studentesse anche una mentor, ovvero una manager di Amazon, per aiutare a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro.

Un’occasione da non perdere

Amazon Women in Innovation è dunque una occasione assolutamente da sfruttare per potersi migliorare in ambito professionale. Le Università sceglieranno le vincitrici tra le tante candidate in base a parametri di merito e di reddito. Mariangela Marseglia, VP e Country Manager di Amazon in Italia e in Spagna, ha dichiarato: “Con l’istituzione di queste borse di studio continuiamo ad aiutare giovani meritevoli a diventare leader nell’innovazione e ad avere successo nell’economia digitale. Come? Acquisendo gli strumenti utili ad affrontare le sfide del futuro. Si conferma così il nostro impegno più ampio, non solo nel garantire accesso all’istruzione e nel voler ispirare i giovani a provare le discipline informatiche. Anche nel costruire un vero e proprio ambiente inclusivo, che passa anche dai percorsi accademici più tecnici, tradizionalmente poco accessibili alle ragazze“. A breve, sui siti delle varie facoltà, saranno pubblicati i vari bandi di iscrizione.

 

 

 

Annunci Correlati

Menu