Banca d’Italia, al via la selezione per 7 borse di studio

La domanda deve essere presentata - completa della documentazione di cui al successivo art. 4 - entro il termine perentorio delle ore 16:00 del 21 novembre 2022.

La Banca d’Italia ha messo a disposizione di giovani laureati 7 borse di studio per l’anno accademico 2023/2024. I candidati potranno frequentare un corso universitario di perfezionamento, di durata prevista non inferiore a 9 mesi.

La Banca d’Italia mette a concorso 7 borse di studio, 3 “Bonaldo Stringher”, 2 “Giorgio Mortara” e 2 “Donato Menichella” destinate a brillanti neo laureati intenzionati a perfezionare gli studi all’estero, presso Università di eccellenza nel panorama internazionale.

Sono invitati a candidarsi tutti coloro che hanno conseguito la laurea in un’Università italiana e hanno svolto una tesi con contenuti originali e/o innovativi, mostrando un’attitudine all’attività di ricerca e al pensiero critico.

Il corso prescelto dovrà essere in linea con gli studi svolti e coerente con il campo tematico della borsa per la quale si concorre. È consentito concorrere all’assegnazione di. Se un candidato avanza domanda di partecipazione a più di un concorso, la Banca d’Italia prende in considerazione l’ultima candidatura presentata in ordine di tempo. A tal fine, fa fede la data di presentazione della domanda registrata dal sistema informatico.

Le borse di studio della Banca d’Italia

Le 7 borse di studio messe a concorso dalla Banca d’Italia verranno così suddivise:

  • 3 borse di studio “Bonaldo Stringher” destinate al perfezionamento degli studi all’estero nel campo dell’economia politica e della politica economica;
  • 2 borse di studio “Giorgio Mortara” destinate al perfezionamento degli studi all’estero nei campi dell’economia finanziaria, dell’econometria o dei metodi matematici, statistici o informatici applicati all’economia e alla finanza;
  • 2 borse di studio “Donato Menichella” destinate al perfezionamento degli studi all’estero sulle interrelazioni tra crescita economica e ordinamento giuridico nonché sugli impatti della regolamentazione sulle attività economiche.

Requisiti di partecipazione

Possono partecipare ai concorsi per l’assegnazione delle borse coloro che sono in possesso
dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’art. 38 del D. Lgs. 165/2001;
  • laurea magistrale/specialistica conseguita posteriormente al 20 novembre 2020 presso un’Università italiana con un punteggio non inferiore a 110/110;
  • ottima conoscenza della lingua straniera utilizzata nei corsi universitari prescelti per la fruizione della borsa.

I requisiti di cui ai precedenti punti devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita per la presentazione della domanda.

Come presentare la domanda di partecipazione

La domanda deve essere presentata – completa della documentazione di cui al successivo art. 4 – entro il termine perentorio delle ore 16:00 del 21 novembre 2022 (ora italiana), utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito internet della Banca d’Italia www.bancaditalia.it.

La data di presentazione della domanda è attestata dal sistema informatico che, allo scadere del termine di cui al comma 1, non permetterà più l’accesso e l’invio della domanda. Al fine di evitare un’eccessiva concentrazione nell’accesso all’applicazione in prossimità della scadenza del termine, si consiglia di presentare la domanda con qualche ora di anticipo, tenuto anche conto del tempo necessario per completare l’iter di registrazione propedeutico alla candidatura. Non sono ammesse altre forme di presentazione della domanda di partecipazione al
concorso.

Documentazione da allegare alla domanda

La domanda sarà corredata dalla seguente documentazione in formato PDF:

  • una dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, contenente l’indicazione della data e del voto di laurea nonché l’elenco di tutti gli esami sostenuti con l’indicazione della data di effettuazione e della votazione (devono essere indicati anche gli esami sostenuti per il conseguimento della laurea triennale);
  • la tesi di laurea;
  • la sintesi della tesi di laurea, possibilmente di non più di mille parole, che enuclei i contributi originali del candidato sull’argomento discusso;
  • la copia del certificato TOEFL/IELS/Cambridge o altra documentazione equivalente attestante l’ottima conoscenza della lingua straniera utilizzata nei corsi universitari prescelti per la fruizione della borsa;
  • la copia dei risultati ottenuti nel Graduate Record Examination (GRE) o nel Graduate Management Admission Test (GMAT) ovvero di test omologhi eventualmente richiesti dalle Università prescelte per il perfezionamento degli studi;
  • una o più lettere di referenza rilasciate da docenti universitari, debitamente firmate dagli stessi (preferibilmente, una delle lettere di referenza dovrà essere rilasciata dal docente relatore della tesi di laurea).
  • il “curriculum vitae” dal quale emerga esaurientemente il quadro degli studi e delle attività professionali eventualmente svolte;
  • un documento di riconoscimento in corso di validità ovvero recante la dichiarazione che i dati contenuti nel documento non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.

Nella domanda andranno inoltre indicati il programma degli studi e delle ricerche che il candidato si prefigge di compiere, nonché le Università estere prescelte; andranno inoltre dettagliatamente illustrate le finalità che il candidato si ripromette di conseguire dalla frequenza del corso di perfezionamento. La Banca d’Italia può verificare in ogni momento l’effettivo possesso dei requisiti previsti dal presente bando nonché la conformità all’originale di tutti i documenti allegati alla domanda.

Importi delle borse di studio

Per l’anno accademico di frequenza dei corsi di perfezionamento verrà erogato (al lordo dell’imposizione fiscale) l’importo di € 27.000 suddiviso in quattro rate. Qualora il Paese prescelto, al momento in cui vengono corrisposti i singoli pagamenti, non faccia parte dell’area dell’euro, verrà erogato l’equivalente dell’importo dovuto nella valuta del Paese stesso, calcolato in base al tasso di cambio medio del mese precedente all’effettuazione del
pagamento.

Il citato importo è comprensivo delle spese di viaggio e di assicurazione contro le malattie. Le tasse universitarie e quelle eventuali di soggiorno, opportunamente documentate, sono a carico della Banca d’Italia.

I vincitori delle borse di studio, al termine del primo anno di corso finanziato dalla Banca d’Italia, possono chiedere il rinnovo del finanziamento per il successivo anno di studi. La Banca d’Italia può accordare tale rinnovo valutando, a suo insindacabile giudizio, il profitto conseguito.

Per scaricare il bando completo cliccare qua.

Promozione Aziende

Annunci di lavoro

Banner telegram CIL 400x300
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui