CPV-Programma Leonardo: 25 borse per tirocinio in commercio estero

Le doti di un abile venditore sono essenzialmente due: una certa conoscenza del mercato in cui sceglie di posizionare il suo prodotto o servizio e una spiccata dialettica, con la quale il professionista riesce a mostrare al meglio la qualità di ciò che offre e a convincere i clienti indecisi. E sono proprio queste due doti quelle che contano per candidarsi all’offerta di oggi, che però è rivolta non ai venditori, bensì agli aspiranti tali. V

i piacerebbe fare la vostra prima esperienza lavorativa direttamente nel mercato straniero? Per 25 laureati residenti in Veneto ci sono altrettante borse di tirocinio all’estero previste dal Programma Leonardo da Vinci-ambito mobilità. E’ fondamentale, però, che voi conosciate bene una delle lingue tra inglese, tedesco, francese e spagnolo.

Ad occuparsi della selezione dei neolaureati sarà la Fondazione Giacomo Rumor- Centro Produttività Veneto (CPV). Questa unisce cinque Camere di Commercio della Regione Veneto, aziende, associazioni imprenditoriali, enti pubblici e singole persone interessate allo sviluppo economico. La sua storia inizia nel 1952, quando nasce grazie al Piano Marshall come Centro Produttività, mentre diventa Fondazione nel 1995, riconosciuta dalla Regione. Il Centro si occupa dell’organizzazione dei corsi di formazione, dell’orientamento e dell’informazione a chi desidera avviare un’attività imprenditoriale, e della consulenza per il tirocinio (mette in contatto le aziende con i giovani). Gestisce inoltre lo Sportello Tecnologico, offrendo consulenza su marchi, brevetti, tecnologia e innovazione. Partner del Centro Produttività Veneto nella selezione dei tirocinanti saranno l’ufficio Scolastico Regionale del Veneto, la Fondazione Studi Universitari di Vicenza e il Comune di Vicenza. Ricordiamo che il Progetto Leonardo da Vinci è finanziato dalla Comunità Europea.

 

Possono fare domanda per le borse di tirocinio i residenti in Veneto laureati di I o II livello in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lingue per le Relazioni Commerciali Internazionali, oppure i diplomati IFTS o ITS nel settore tecnico-commerciale.

I candidati dovranno anche possedere il livello B1 di una lingua straniera tra inglese, tedesco, francese e spagnolo, e competenze nell’ambito del commercio estero.

Il tirocinio, a seconda della lingua conosciuta, potrà avvenire presso un’azienda in Inghilterra, Irlanda, Germania, Francia o Spagna. Durerà 21 settimane, dal 24 febbraio al 20 luglio 2013: durante la prima settimana il tirocinante seguirà un corso intensivo di lingua e le altre 20 sarà impiegato in azienda. Prima della partenza sono invece previsti incontri informativi propedeutici all’esperienza che si andrà a fare.

L’ammontare della borsa di tirocinio, che coprirà parte dei costi, potrà variare tra i 3.493 e i 4.910€, a seconda del paese ospitante.

La selezione consisterà in una prova scritta di conoscenza linguistica, in un colloquio orale motivazionale ed attitudinale e nella valutazione dei titoli. La prova scritta si terrà il 30 novembre presso il Centro Produttività Veneto sito a Vicenza, in via Montale 27, mentre i colloqui orali avverranno i giorni successivi.

 

Per candidarvi occorre che facciate una pre-iscrizione online e che inviate la domanda entro il 23 Novembre 2012 alla sede della Fondazione Giacomo Rumor- Centro Produttivo Veneto, via Montale, 27- 36100 Vicenza. La domanda potrà altresì essere consegnata a mano.

Essa conterrà: il modulo compilato, curriculum vitae con foto (in formato Europass), autocertificazione delle competenze linguistiche (Passaporto delle lingue Europass), copia del Diploma di Laurea, copia del documento di riconoscimento e della tessera sanitaria.

Annunci Correlati

Menu