Formazione per Consulenti Aziendali nella Regione Puglia

Formazione per Consulenti Aziendali nella Regione PugliaConciliare lavoro e famiglia è una questione spinosa ormai da qualche decennio: sono tante le donne che, guardando alle battaglie portate avanti dalle femministe negli anni ’60, sorridono con una punta di amaro, pensando tra sé e sé “ci siamo date la zappa sui piedi”.

Sì, perché se prima la donna doveva essere la custode della casa, la moglie perfetta e la madre amorevole, oggi la donna deve rivestire più ruoli, anche nel corso della stessa giornata, che devono necessariamente alternarsi: deve essere forte e determinata sul lavoro, deve essere responsabile e paziente con i figli, deve essere infaticabile e precisa nella gestione della casa. Certo, non è un’impresa facile riuscire in tutti gli ambiti al meglio, ma ci sono dei segnali di netto miglioramento: basti pensare a tante iniziative che stanno fiorendo in giro per l’Italia a sostegno appunto del binomio famiglia-carriera. In questo contesto si inserisce il corso di formazione per la preparazione di 25 consulenti di welfare aziendale finanziato dalla Regione Puglia.

Il corso “Welflex – Produttività, conciliazione lavoro-famiglia. Consulenti per il cambiamento aziendale in Puglia” nasce da una fortunata sinergia tra la Regione Puglia, la Consigliera Regionale di Parità e Italia Lavoro, nell’ambito del più ampio progetto La.Fem.Me. (Lavoro Femminile nel Mezzogiorno). Il progetto prevede l’attuazione di un percorso di formazione di 25 consulenti, specializzati in welfare, supporto alla genitorialità e innovazione organizzativa anche se la fase preliminare del corso (a cui seguirà la fase specialistica) prevede l’ammissione al corso di 40 allievi.

Per poter partecipare al percorso di formazione, è necessario essere in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • avere un’età compresa tra i 24 e i 39 anni
  • aver conseguito una laurea specialistica o magistrale nelle aree economica, giuridica e umanistica, con una priorità espressa per le seguenti discipline: Ingegneria gestionale, Giurisprudenza, Scienze economiche, Scienze politiche, Lettere e Filosofia e Sociologia
  • avere alle spalle una comprovata esperienza di lavoro, in azienda o altra organizzazione profit e non profit, di almeno 12 mesi (verrà privilegiata l’attività nel settore della gestione risorse umane, relazioni industriali, consulenza alle aziende e agli enti locali)
  • essere in possesso della cittadinanza comunitaria o non comunitaria con permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
  • essere residenti nella Regione Puglia
  • avere pieno godimento di diritti civili e politici

 

Per partecipare al progetto, è dunque necessario inviare la domanda di partecipazione, allegando la documentazione indicata nel bando, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 28 Aprile 2014.

Annunci Correlati

Menu