Tirocini Corte di Cassazione 2024: requisiti, scadenze e retribuzione mensile

Scopri come partecipare ai tirocini formativi alla Corte di Cassazione. Requisiti, scadenze e tutte le informazioni utili per candidarsi.

La Corte di Cassazione offre un’opportunità straordinaria per laureati in Giurisprudenza desiderosi di intraprendere una carriera nel settore legale. L’istituzione suprema della giustizia italiana ha annunciato la disponibilità di 80 tirocini formativi, rappresentando un collegamento fondamentale tra il percorso accademico e l’ingresso nel mercato del lavoro giuridico.

Requisiti essenziali per i candidati

I requisiti per partecipare a questi ambiti tirocini sono rigorosi ma mirati a garantire una selezione qualitativa. I candidati devono essere laureati in Giurisprudenza con un curriculum di almeno quattro anni, o studenti iscritti con tutti gli esami superati. È richiesta una media di almeno 27/30 in materie chiave come diritto costituzionale, penale, civile, commerciale, e altri, nonché una laurea non inferiore a 105/110. L’età massima ammissibile è di 30 anni alla data di scadenza del bando, fissata al 15 luglio 2024.

Come presentare domanda

La procedura di candidatura avviene esclusivamente online tramite la piattaforma web del Ministero della Giustizia. La scadenza per l’invio delle domande è fissata al 15 luglio 2024. Entro il 25 luglio 2024, i candidati devono inviare un’attestazione ufficiale dei voti universitari all’indirizzo email dedicato.

Dettagli del tirocinio alla Corte di Cassazione

I tirocini avranno una durata di 18 mesi, dal 1° ottobre 2024 al 1° aprile 2026, e si svolgeranno presso le sezioni civili e penali della Corte di Cassazione. Ogni tirocinante sarà affiancato da due magistrati tutor, uno per il settore civile e uno per il settore penale, partecipando attivamente alle udienze e alla preparazione dei fascicoli processuali.

LEGGI ANCHE  Fondo Repubblica Digitale: un'opportunità di crescita nel 2024

Responsabilità e impegno dei tirocinanti

I partecipanti ai tirocini saranno coinvolti a pieno titolo nelle attività quotidiane della Corte, inclusa la ricerca giuridica, la preparazione di pareri e la collaborazione con i magistrati. È fondamentale rispettare rigidi standard di riservatezza e non avere accesso a casi con conflitto di interesse.

Compatibilità e rimborsi

I tirocinanti possono conciliare il tirocinio con altre attività di formazione pratica, come dottorati di ricerca o corsi per l’accesso alla professione di avvocato. Nonostante non vi sia una retribuzione, è prevista una borsa di studio di massimo 400 euro mensili, conforme all’art. 73 del DL 69 del 2013.

Procedura di selezione e graduatoria

Dopo la scadenza delle candidature, verrà stilata una graduatoria provvisoria degli idonei entro il 10 settembre 2024, con una versione definitiva il 20 settembre 2024. I candidati potranno fare osservazioni sulla graduatoria prima della sua finalizzazione.

Come candidarsi

Gli interessati devono rispettare scrupolosamente le scadenze indicate: la domanda deve essere inviata entro il 15 luglio 2024, mentre l’attestazione dei voti deve essere trasmessa entro il 25 luglio 2024. I tirocini avranno inizio il 1° ottobre 2024, offrendo una preziosa opportunità di crescita professionale nel panorama giuridico italiano.

Questo programma di tirocini rappresenta un passo significativo per chiunque aspiri a una carriera di successo nel campo della giurisprudenza, offrendo esperienze formative di alto valore presso una delle istituzioni giudiziarie più prestigiose del Paese.

Potrebbe interessarti anche
Promozione Aziende

Annunci di lavoro

Banner telegram CIL 400x300
Autore