Finanziamenti per Assunzioni a Prato

Finanziamenti per Dicoccupati a PratoIl concetto di disoccupazione si presta a numerose declinazioni e varianti, frizionale, stagionale, ciclica e nascosta. Sicuramente quella che desta maggiori preoccupazioni, soprattutto nel nostro momento storico, è quella ciclica, determinatasi a causa della recessione, che a sua volta genera un processo di decrescita dovuto all’abbassamento dei consumi.

La Provincia di Prato promuove una serie di iniziative volte a limitare il precariato e a ridurre il tasso di disoccupazione che affligge la proprio area territoriale. Due sono le direttrici verso le quali l’amministrazione si è orientata: favorire l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro; ricollocare sul mercato lavoratori di età superiore ai 57 anni.

Il primo progetto è volto a sostenere dei soggetti disoccupati privi della copertura degli ammortizzatori sociali nel distretto di Prato, conosciuto per essere il più importante centro dell’industria Tessile Abbigliamento in Toscana e in Italia. Nonostante l’importante rilevanza che questo territorio ha  nel settore industriale in questione, la situazione di forte crisi economica e sociale ha indotto le autorità politiche a ricorrere a questi strumenti di sostegno al reddito. Il concorso in questione si propone di incentivare assunzioni a tempo indeterminato o determinato, per un periodo minimo di 12 mesi.

 

É inoltre prevista un’indennità di sostegno pari a 670 euro al mese per almeno sei mesi. Il secondo progetto invece si pone come obiettivo indirizzare lavoratori di età superiore ai 57 anni, che più di ogni altra categoria affronta fin troppe difficoltà a trovare la propria collocazione all’interno della società. Le assunzione possono essere sia a tempo determinato che indeterminato, full time e part-time. É previsto un incentivo che varia dai 2000 euro ai 12000 euro in base al termine del contratto.

 

A questi progetti sono ammesse le imprese dotate dei seguenti requisiti:

  • siano in regola con l’applicazione del CCNL;
  • siano in regola con il versamento degli obblighi contributivi ed assicurativi;
  • siano in regola con la normativa in materia di sicurezza del lavoro;
  • non abbiano in corso procedure di licenziamento di personale, salvo che l’assunzione non avvenga ai fini di acquisire professionalità diverse da quelle dei lavoratori interessati alle predette riduzioni o sospensioni

Annunci Correlati

Menu