Bollette 2024: guida al passaggio dal mercato tutelato al libero

Scopri cosa cambia con la fine del mercato tutelato e come prepararti.

Con la fine del mercato tutelato, prevista per il 10 gennaio 2024, ci si avvicina a una svolta importante: i consumatori avranno la libertà di scegliere tra diverse offerte nel mercato libero. Questa transizione implica un cambiamento significativo nel modo in cui i cittadini gestiscono le proprie bollette di luce e gas, con nuove opportunità e sfide da affrontare.

Fine del mercato tutelato

Il termine del mercato tutelato è stato fissato a date specifiche: il 31 dicembre 2023 per il gas naturale e il 10 gennaio 2024 per l’energia elettrica. Queste date segnano un punto di svolta fondamentale per i consumatori italiani, che dovranno adattarsi a un nuovo sistema di fornitura. La scadenza imminente richiede una pianificazione attenta e una scelta informata nel mercato libero, influenzando direttamente la gestione delle bollette di energia e gas.

Cosa significa il passaggio al mercato libero per i consumatori

Con il passaggio al mercato libero i cittadini non saranno più soggetti a tariffe e condizioni predefinite dallo stato per le loro bollette di luce e gas, ma avranno la libertà di scegliere tra diverse offerte proposte dai fornitori privati.

Questa libertà di scelta implica una maggiore responsabilità nella selezione dell’offerta più vantaggiosa e adatta alle proprie esigenze, potendo confrontare prezzi, servizi e condizioni contrattuali diverse. Inoltre, il mercato libero favorisce una maggiore concorrenza tra i fornitori, potenzialmente portando a servizi più innovativi e tariffe competitive.

Come passare al mercato libero

Per passare al mercato libero, i consumatori devono compiere alcuni passi chiave. Innanzitutto, è fondamentale informarsi sulle diverse offerte disponibili. I fornitori di energia hanno già iniziato a comunicare le nuove condizioni agli utenti. È importante valutare queste offerte in base ai propri consumi e alle proprie esigenze.

LEGGI ANCHE  Assegni familiari 2024: nuovi importi e limiti di reddito dall'INPS

Una risorsa preziosa per questo confronto è il Portale Offerte, dove si possono confrontare le stime annuali basate sui consumi personali. Questo sito aiuta a navigare tra le numerose opzioni, facilitando la scelta dell’offerta più conveniente e adatta.

Dopo aver selezionato l’offerta più adeguata, si deve contattare il fornitore prescelto per stipulare un nuovo contratto. È importante farlo prima delle scadenze del 31 dicembre 2023 per il gas e del 10 gennaio 2024 per l’elettricità, per evitare di essere automaticamente trasferiti alle tariffe Placet, che potrebbero non essere le più vantaggiose.

Esclusione dal mercato libero: chi non è tenuto al cambio

A partire da gennaio 2024, il passaggio al mercato libero diventerà obbligatorio. Tuttavia, i clienti vulnerabili saranno esclusi da queste nuove disposizioni per quanto riguarda le bollette del gas. Tra i clienti vulnerabili rientrano:

  • individui in situazioni di svantaggio economico, come coloro che beneficiano di bonus o agevolazioni;
  • persone con disabilità, riconosciute ai sensi dell’articolo 3 della legge 104/92;
  • residenti in strutture abitative temporanee, a seguito di eventi calamitosi;
  • anziani con età superiore ai 75 anni.

In questi casi, i venditori continueranno ad applicare le regole del servizio di tutela, secondo le condizioni economiche e contrattuali previste dalle offerte Placet. Tuttavia, per tutte le altre situazioni, rimane l’obbligo di scelta, considerando che il mercato tutelato delle bollette non prevede più deroghe.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore