Bonus estate 2023 turismo: importo e come funziona

La nuova misura voluta dal Governo Meloni diventerà attiva a breve

Occupiamoci di Bonus estate 2023 turismo, il nuovo incentivo previsto dal Governo Meloni per chi è attualmente occupato in un settore, quello del turismo appunto, che sta facendo registrare una difficoltà estrema nel trovare personale a causa degli stipendi da miseria che vengono purtroppo in molti casi proposti. Ma in che cosa consiste il bonus estate e qual è la cifra che si può ottenere? Scopriamo come funziona questo incentivo.

Cos’è il Bonus estate 2023 turismo

In che cosa consiste questo incentivo? Il Bonus estate 2023 turismo consiste in una somma a titolo di trattamento integrativo speciale pari al 15% delle retribuzioni lorde che vengono corrisposte al dipendente in relazione al lavoro notturno e alle prestazioni di lavoro straordinario. Una sorta di detassazione del lavoro notturno e festivo, quindi, che consentirà a chi lavora nel settore turistico di vedersi innalzare lo stipendio (in virtù appunto della detassazione). L’importo non concorre alla formazione del reddito.

La misura non è ancora attiva ma è presente nel decreto Lavoro 2023 che a breve diventerà legge.

A chi spetta

Il sarà valido dal 1° giugno 2023 al 21 settembre 2023 ed è rivolto ai dipendenti del settore turistico titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore, nel periodo d’imposta 2022, a 40mila euro.

Come funziona

Coloro che hanno diritto a questo bonus riceveranno dunque in busta paga una somma maggiore in virtù delle minori tasse applicate al lordo. Ovviamente questo accadrà non appena la misura introdotta dal Governo Meloni diventerà effettiva.

LEGGI ANCHE  Ferie non godute entro il 30 Giugno 2024: regole, rischi e come evitarli
Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Maris Matteucci
Maris Matteuccihttps://www.circuitolavoro.it/
Giornalista pubblicista, amo leggere e scrivere, adoro gli animali e la natura, mi piacciono tantissimo i bambini. Vivo col sorriso perché, specialmente da quando ho superato i 40 anni, ho ancora più chiaro, in testa, un concetto: che la vita è troppo breve per passarla ad essere arrabbiati. Questa sono io.