Bonus trasporto pubblico 60 euro: chi può richiederlo e come fare

Per fare richiesta c'è tempo fino al 31 dicembre 2022

Nel Decreto Aiuti è stata introdotta anche una misura che prevede dall’1 settembre 2022 la possibilità di richiedere il bonus trasporti pubblici. A poterne fare domanda sono studenti e lavoratori con un reddito inferiore a 35mila euro: si tratta di 60 euro mensili necessari per sostenere l’aumento dei prezzi. Di seguito tutto quello che c’è da sapere sul bonus, chi può richiederlo e la procedura per presentare la domanda.

Bonus trasporto pubblico: che cos’è

Si tratta di un contributo che verrà erogato a tutti gli utenti che sottoscrivono abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico e ferroviario nazionale che nel 2021 hanno dichiarato un reddito personale al di sotto dei 35.000 euro. Il buono erogato con il bonus, sarà pari o inferiore al 100% della spesa da sostenere. Per ciascun utente è possibile richiedere un solo bonus trasporti al mese e per farlo c’è tempo fino al 31 dicembre 2022 o fino all’esaurimento delle risorse.

A chi spetta il Bonus e come utilizzarlo

Il Bonus che viene erogato è nominativo ed utilizzabile per acquistare un solo abbonamento che può essere annuale, mensile o relativo a più mensilità. Rientrano sia i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, sia i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Chi può richiederlo? I requisiti richiesti per inoltrare la domanda sono:

  • coloro che nel 2021 hanno dichiarato un reddito perdonale inferiore ai 35.000 euro;
  • chi ha già abbonamenti attivi o sottoscriverà abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico.

Il buono può essere utilizzato entro il mese solare di emissione, anche se viene acquistato un abbonamento annuale o mensile che parte dal mese successivo.

Come richiedere il Bonus

Per presentare la richiesta è necessario utilizzare la piattaforma, collegandosi a questa pagina. L’interessato può inoltrare la richiesta solo a titolo personale o per conto di un minore, registrandosi sul portale tramite SPID o carta di identità elettronica.

Nella domanda deve essere anche indicato l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista e in ogni caso non deve essere superiore a 60 euro per ciascun beneficiario e deve riportare l’indicazione del gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato dal menù.

Greta Esposito
Greta Esposito
Copywriter e web editor, ho la fortuna di fare della scrittura la mia professione. Non viaggio mai senza musica in cuffia e amo le maratone di film in bianco e nero. Di cosa non posso fare a meno? Della libertà di gestire il mio tempo per dedicarmi alle mie passioni.
Ultimi articoli
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui