Click day colf e badanti: autorizzati 9500 ingressi in Italia

Il decreto flussi 2023 apre le porte dell'Italia a 136.000 lavoratori non comunitari, ma la domanda supera di cinque volte l'offerta disponibile.

Il decreto flussi 2023, con l’obiettivo di regolarizzare l’ingresso di lavoratori non comunitari, prevede 52.770 posti per lavoro subordinato non stagionale, 680 per lavoro autonomo e 82.550 per lavoro subordinato stagionale.

Tuttavia, le istanze presentate ammontano a 607.904, rivelando un’enorme disparità tra domanda e offerta, con 253.473 richieste per lavoro subordinato non stagionale, 260.953 per lavoro stagionale e 86.074 nel settore dell’assistenza familiare e socio-sanitaria.

Click day colf e badanti: domande cinque volte superiori ai posti disponibili

La fase di precompilazione dei moduli di domanda, che si è svolta dal 30 ottobre al 26 novembre 2023 tramite il “Portale Servizi ALI”, ha evidenziato la scarsità di posti rispetto alle numerose richieste. La situazione si aggrava ulteriormente considerando che i lavoratori non stagionali hanno già potuto trasmettere le domande dal 2 dicembre, mentre ora è la volta dei lavoratori del settore dell’assistenza familiare e socio-sanitaria. Dalle 9 del 12 dicembre, potranno farlo anche i lavoratori stagionali.

Click day per colf e badanti: accesso di 9.500 persone non comunitarie in Italia

Il tanto atteso “click day colf e badanti” è finalmente giunto, permettendo l’autorizzazione all’ingresso in Italia di 9.500 persone non comunitarie, destinate a svolgere il ruolo di colf e badanti. Tuttavia, nonostante le 9.500 unità previste per il 2024 e altrettante nel 2025, le richieste superano di gran lunga la disponibilità, con oltre 86.000 istanze presentate.

LEGGI ANCHE  Poste Italiane: eliminato il requisito del voto minimo per Postini nel 2024

Stime dell’Associazione Domina: 16 milioni di entrate per lo Stato

L’Associazione Domina, rappresentante delle famiglie datori di lavoro domestico, ha stimato che, sulla base delle nuove regole ministeriali, la retribuzione dei nuovi lavoratori non potrà essere inferiore al minimo dell’assegno sociale, pari a 503,27 euro mensili. Secondo l’Associazione, ciò si tradurrebbe in potenziali entrate per le casse dello Stato pari a 16 milioni di euro.

Il Click Day: procedura e funzionamento

Il “click day” si configura come una procedura telematica che consente ai datori di lavoro di ottenere permessi di soggiorno lavorativi per lavoratori extra UE, mentre i lavoratori autonomi possono trasformare il loro permesso di soggiorno in un permesso lavorativo.

La partecipazione avviene attraverso una gara telematica sul sito https://portaleservizi.dlci.interno.it, utilizzando Spid o Carta di identità elettronica. Le domande devono essere presentate nel giorno e nell’ora prestabiliti, assegnando i permessi di soggiorno in base all’ordine di presentazione delle richieste.

Nel frattempo, si è compiuto un passo importante per favorire l’assunzione regolare nel settore domestico attraverso l’introduzione del Bonus per colf e badanti da parte del governo nel 2023. L’obiettivo principale è contrastare il lavoro non dichiarato. Se desideri conoscere dettagliatamente i requisiti e le procedure per richiedere questo beneficio, ti suggeriamo di consultare il nostro approfondimento dedicato.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.