Come funziona l’esenzione del canone Rai 2023

Per poter non pagare occorre appartenere ad alcune specifiche categorie, ecco quali

Come funziona l’esenzione del canone RAI 2023? In molti vi sarete fatti questa domanda perché in effetti la regolamentazione al riguardo può risultare poco chiara. Ci sono alcune categorie di persone che hanno facoltà di richiedere all’Agenzia delle Entrate l’esonero totale del canone Rai, ovvero della imposta di circa 90 euro a carico dei titolari di un’utenza elettrica residenziale. Ma chi sono coloro che possono non pagare il canone? E come fare per richiedere l’esenzione? In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su un argomento molto discusso.

Chi può non pagare il canone Rai 2023

Come anticipato, alcune categorie possono richiedere all’Agenzia delle Entrate l’esonero integrale dal pagamento del canone. Nello specifico:

  • persone con più di 75 anni con un reddito inferiore a 8.000 euro
  • chi dichiara di non avere alcun televisore
  • militari delle Forze Armate Italiane o quelli stranieri appartenenti alle Forze Nato
  • agenti diplomatici e consolari
  • rivenditori e negozi in cui vengono riparate le TV

Ogni categoria dovrà seguire un iter diverso per richiedere l’esenzione del canone

Come funziona l’esenzione del canone Rai 2023

CITTADINI OVER 75 ANNI

Dovranno compilare questo modello in cui attesteranno di essere in possesso dei requisiti necessari per l’esenzione del canone Rai. A questo link potranno trovare maggiori informazioni su come procedere con la compilazione. Poi la domanda di esenzione potrà essere spedita attraverso una di queste modalità:

  • mezzo del servizio postale in plico raccomandato, senza busta, al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino (in tal caso va allegata copia di un valido documento di riconoscimento)
  • trasmessa, firmata digitalmente, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it
  • consegnata dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate
LEGGI ANCHE  Rimborso IRPEF: come funziona per i dipendenti della PA

CHI NON POSSIEDE UN TELEVISORE

Per dichiarare che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a loro intestata è presente un apparecchio TV, gli interessati dovranno compilare questo modulo. Chi avesse bisogno di maggiori delucidazioni su come compilare in modo corretto la domanda potrà visitare questo link. Il modello di domanda potrà essere usato anche in queste condizioni:

  • da un erede per dichiarare che nell’abitazione in cui l’utenza elettrica è ancora temporaneamente intestata a un soggetto deceduto, non è presente alcun apparecchio TV (Quadro A)
  • per segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia anagrafica del quale deve essere indicato il codice fiscale (Quadro B)
  • per comunicare la modifica delle condizioni, precedentemente attestate, per esempio in caso di acquisto di un televisore nel corso dell’anno, avvenuto successivamente alla presentazione di una precedente dichiarazione sostitutiva
  • nel caso in cui sia venuta meno la situazione di appartenenza alla medesima famiglia anagrafica precedentemente dichiarata mediante la compilazione del Quadro B (Quadro C)

La domanda di esenzione in questo caso potrà essere inviata attraverso una di queste modalità:

DIPLOMATICI E MILITARI STRANIERI

In questa categoria rientrano:

  • agenti diplomatici
  • funzionari o gli impiegati consolari
  • funzionari di organizzazioni internazionali
  • militari di cittadinanza non italiana o il personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze NATO di stanza in Italia

La domanda andrà presentata attraverso l’apposito modello. Maggiori informazioni direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. La modalità di invio è unica:

  • tramite plico raccomandato senza busta, al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. Va allegata anche una copia di un documento di identità valido.
LEGGI ANCHE  Acconto IMU 2024: scadenza il 17 giugno e novità da conoscere

RIVENDITORI E NEGOZI

Anche coloro che fanno parte di questa categoria possono usufruire dell’esenzione del canone Rai 2023 ma senza dover presentare alcuna richiesta.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Maris Matteucci
Maris Matteuccihttps://www.circuitolavoro.it/
Giornalista pubblicista, amo leggere e scrivere, adoro gli animali e la natura, mi piacciono tantissimo i bambini. Vivo col sorriso perché, specialmente da quando ho superato i 40 anni, ho ancora più chiaro, in testa, un concetto: che la vita è troppo breve per passarla ad essere arrabbiati. Questa sono io.