Istanza online supplenze 2023/24, dove fare la domanda

Il Ministero dell'Istruzione e del Merito (MIM) ha reso nota l'apertura delle funzioni per la presentazione delle istanze online relative alle procedure di assegnazione dei contratti di docenza a tempo determinato per l'anno scolastico 2023/2024.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) ha annunciato l’apertura delle funzioni per la presentazione delle istanze di partecipazione online alle procedure di assegnazione dei contratti di docenza a tempo determinato per l’anno scolastico 2023/2024.

Queste procedure riguardano le supplenze del personale docente proveniente dalle Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS) e dalle Graduatorie ad Esaurimento (GAE).

Le domande per le supplenze docenti per l’anno scolastico 2023/2024 potranno essere presentate dalle ore 9.00 del 17 luglio 2023 alle ore 14.00 del 31 luglio 2023. È importante sottolineare che la mancata presentazione dell’istanza comporterà la rinuncia alla partecipazione alla procedura.

Gli insegnanti che risultano inseriti nelle GPS e nelle GAE devono assicurarsi di presentare la domanda per ottenere incarichi di supplenza, sia per l’assegnazione di supplenze annuali che temporanee. Questa opportunità riguarda anche gli aspiranti che intendono partecipare alla procedura straordinaria per le assunzioni di docenti di sostegno provenienti dalle GPS di prima fascia.

È importante ricordare che tale procedura straordinaria è stata prorogata per il prossimo anno scolastico e prevede l’assegnazione di supplenze fino al 31 agosto 2024, con l’obiettivo di favorire l’immissione in ruolo dei docenti di sostegno.

Attribuzione delle supplenze anno scolastico 2023/24 avverrà tramite procedura informatizzata

Il prossimo anno scolastico 2023/2024 si prospetta con una procedura di assegnazione delle supplenze più snella e completa, grazie agli sforzi del Ministero dell’Istruzione. L’obiettivo è evitare i numerosi turni che, in passato, hanno protratto lo scorrimento delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS) fino a marzo 2023, creando problematiche contrattuali e interruzioni nella continuità didattica.

LEGGI ANCHE  Le migliori aziende in cui lavorare per le donne nel 2024

Come già accaduto nei due anni precedenti, le nomine delle supplenze al 31 agosto e al 30 giugno per l’anno scolastico 2023/2024 avverrà attraverso una procedura informatizzata. Gli aspiranti inseriti nelle GPS potranno indicare fino a 150 preferenze tra scuole, comuni e distretti. Inoltre, una novità di quest’anno riguarda la possibilità estesa agli aspiranti inseriti con riserva, in attesa del riconoscimento del titolo estero.

È noto che, ai fini dell’assegnazione delle supplenze al 30 giugno e al 31 agosto dalle GPS, si procede prima con lo scorrimento delle Graduatorie ad Esaurimento (GaE).

Nel caso in cui queste non siano sufficienti o esaurite, si passa alle GPS, seguendo l’ordine indicato di seguito:

  1. GPS prima fascia
  2. elenchi aggiuntivi alla prima fascia
  3. secondo elenco aggiuntivo
  4. GPS seconda fascia

Da sottolineare che quest’anno sorge una questione particolare riguardante gli abilitati o specializzati all’estero in attesa del riconoscimento del titolo. Secondo l’articolo 5 del DL n.44/2023 e la bozza del decreto ministeriale, è previsto che i docenti inclusi nella prima fascia GPS con riserva di riconoscimento del titolo di abilitazione o specializzazione conseguito all’estero siano inseriti, per l’a.s. 2023/24, in un secondo elenco aggiuntivo alle GPS, fino all’effettivo riconoscimento del titolo stesso.

La domanda supplenze sulla piattaforma ministeriale

Per l’assegnazione delle supplenze ai docenti per l’anno scolastico 2023/2024, è obbligatorio presentare le domande esclusivamente in modalità telematica. Questo processo avviene attraverso la piattaforma web per le Istanze Online del Ministero dell’Istruzione, nota come POLIS (Presentazione On Line delle IStanze). Per compilare correttamente la domanda, gli aspiranti devono seguire le indicazioni fornite nella “GUIDA ALLA COMPILAZIONE pubblicata dal Ministero.

LEGGI ANCHE  Cambia la Legge 104: novità e modifiche con il Decreto Disabilità da giugno 2024

Per accedere alla compilazione dell’istanza, i candidati devono essere in possesso di una delle seguenti credenziali:

  • Sistema pubblico di identità digitale (SPID)
  • Carta di Identità Elettronica (CIE)
  • Electronic IDentification, Authentication and trust Services (eIDAS)
  • Credenziali dell’area riservata del Ministero dell’Istruzione e del Merito in corso di validità
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS)

La finestra temporale per la presentazione delle domande di supplenza ai docenti per l’anno scolastico 2023/2024 sarà aperta dalle ore 9.00 del 17 luglio 2023 fino alle ore 14.00 del 31 luglio 2023. È importante rispettare rigorosamente queste scadenze, poiché domande presentate oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.

Gli aspiranti avranno la possibilità di indicare fino a 150 preferenze tra scuole, comuni e distretti. È fondamentale prestare attenzione all’indicazione delle sedi, poiché la mancata indicazione di alcune di esse sarà considerata come una rinuncia alle sedi non espresse.

In caso di indicazioni di preferenze sintetiche, l’assegnazione delle sedi all’interno del comune o del distretto avverrà in base all’ordinamento alfanumerico crescente del codice meccanografico delle istituzioni scolastiche.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.