Fascicolo Previdenziale del Cittadino, la guida completa

Portale di accesso ai principali servizi messi a disposizione dall'INPS per gli utenti

Cos’è il Fascicolo Previdenziale del Cittadino? È un portale di accesso ai principali servizi messi a disposizione dall’INPS per l’utente. Scopriamo di più in questo approfondimento.

Come funziona il Fascicolo Previdenziale del Cittadino

Tramite il portale è possibile consultare, scaricare e stampare:

  • la documentazione relativa alla propria posizione contributiva;
  • le certificazioni sanitarie o reddituali;
  • la corrispondenza inviata dall’Istituto.

Funzionalità del Fascicolo Previdenziale INPS

Le funzionalità disponibili sono:

  • stampa;
  • help;
  • comunicazioni telematiche (invio, lista comunicazioni) – banca dati per l’occupazione dei genitori;
  • anagrafica di dettaglio – informazioni anagrafiche di riepilogo;
  • provvedimenti Gestione Dipendenti Pubblici – visualizzazione dei provvedimenti emessi dalla Gestione Dipendenti Pubblici;
  • domande di pensione – visualizzazione delle lettere di accoglimento e rifiuto delle domande di pensione;
  • posizione assicurativa (estratto conto, segnalazione contributive, Gestione Separata, estratto conto integrato) – informazioni sulla propria posizione contributiva e strumenti per la gestione delle segnalazioni da inviare all’Istituto;
  • prestazioni:
    • pensioni del titolare (lista pensioni, anagrafica, dettaglio, deleghe, riscossione, deleghe sindacali, cambio ufficio pagatore);
      • informazioni sui rapporti di pensione;
    • pagamenti, richieste presentate, dichiarazioni reddituali, Bonus 80 euro (decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66);
      • informazioni sui pagamenti ricevuti, sulle domande presentate e sulle campagne RED;
  • invalidità civile (certificato medico introduttivo, domande presentate, iter sanitario concluso) – informazioni sulle domande con iter sanitario concluso e visualizzazione del certificato medico introduttivo e delle domande presentate;
  • decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 21 settembre 2015;
  • INPS risponde – visualizzazione dei quesiti posti nel punto cliente informativo;
  • modelli (Certificazione Unica dal 2016, Certificazione Unica dal 2015 – CUD unificato 2013-2014 – CUD pensionati fino al 2012, CUD assicurati fino al 2012, Certificato di pensione – OBIS/M, certificato fiscale professionisti, altre certificazioni fiscali) – visualizzazione dei relativi modelli;
  • cessione del quinto – informazioni sui piani attivi di cessione del quinto;
  • Cassetta postale online – visualizzazione della documentazione spedita all’utente.
LEGGI ANCHE  Riforma Fiscale in Italia: slitta la revisione Irpef e Ires, le ultime novità

Si accede al servizio online tramite le proprie credenziali.

Autorità competente responsabile della procedura

L’Autorità competente responsabile della procedura è l’INPS che si può contattare tramite l’indirizzo email dc.pensioni@postacert.inps.gov.it, oppure tramite il numero di telefono 06 59051.

Fasi della procedura

Ci sono tre fasi nella procedura: autenticazione, consultazione e stampa.

Mezzi di autenticazione, identificazione e firma accettati per la procedura

Tra i mezzi di autenticazione, identificazione e firma accettati per la procedura ci sono: PIN INPS, SPID, CIE, CNS.

Come accedere al Fascicolo Previdenziale del Cittadino

Per accedere al proprio fascicolo previdenziale sul sito dell’INPS, è indispensabile possedere una delle credenziali digitali accettate. Queste includono lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), la CNS (Carta Nazionale dei Servizi), o in alternativa, la CIE (Carta di Identità Elettronica).

Una volta completato l’accesso, il fascicolo previdenziale offre l’opportunità di utilizzare vari servizi messi a disposizione dall’INPS.

Attualmente, lo SPID rappresenta uno dei principali metodi di accesso al fascicolo previdenziale dell’INPS. Tuttavia, è possibile accedere anche senza SPID, utilizzando la Carta di Identità Elettronica, la Carta Nazionale dei Servizi o, in alternativa, tramite un PIN fornito dall’ente.

L’INPS offre ai cittadini la possibilità di delegare l’accesso ai servizi online. I minori, ad esempio, non possono utilizzare le proprie credenziali per accedere al proprio fascicolo previdenziale. Pertanto, l’INPS consente ai genitori o ai tutori di agire per conto dei minori attraverso lo strumento della delega dell’identità digitale.

In determinate situazioni, è possibile accedere al cassetto previdenziale INPS tramite delega, ad esempio quando un cittadino non può farlo autonomamente a causa di invalidità o impossibilità nell’utilizzo degli strumenti online. Ciò include anche i soggetti minorenni.

LEGGI ANCHE  Passaporto Poste Italiane: da Luglio 2024 negli uffici postali

D’altra parte, la delega è essenziale per i genitori, curatori o esercenti la potestà genitoriale che intendono accedere al portale per conto dei propri figli minorenni. L’INPS ha stabilito alcune regole in merito: ogni soggetto può avere un unico delegato, e la richiesta può essere presentata online o presso uno degli sportelli.

Per utilizzare il portale per conto di un’altra persona, è necessario presentare una richiesta tramite il modulo AA08 fornito dall’INPS, allegando il proprio documento di riconoscimento valido.

Consultare lo stato di una domanda inviata tramite il Fascicolo Previdenziale

Attraverso il proprio fascicolo previdenziale, è possibile tenersi aggiornati sullo stato di tutte le prestazioni richieste, con la relativa accettazione o rifiuto da parte dell’ente competente. Questo strumento fornisce anche la possibilità di verificare in modo dettagliato i pagamenti effettuati e le relative date associati a queste prestazioni.

Nel dettaglio, è consentito il controllo e la verifica di una serie di pagamenti relativi a:

  • RdC (Reddito di Cittadinanza);
  • Indennità di disoccupazione, come la Naspi o DIS-COLL;
  • Sostegni per i figli, come l’Assegno Unico o il bonus asilo nido;
  • Altri tipi di assegni erogati dall’INPS.

Attraverso il fascicolo previdenziale, è quindi possibile consultare online in modo rapido e intuitivo l’arrivo di un pagamento o stabilire se è necessario ancora attendere. Un utile strumento per mantenere sotto controllo la propria situazione economica e previdenziale.

Tipo e formato prova documentale

È una procedura di consultazione che non richiede la presentazione di prove documentali.
La procedura consente invece di scaricare, salvare e stampare documenti in pdf sul proprio device (esempio: pagamenti prestazioni effettuati).

Mezzi di ricorso o di impugnazione

Non sono previsti mezzi di ricorso o impugnazione.

LEGGI ANCHE  566mila offerte di lavoro a giugno 2024: i settori e i profili più richiesti

Costi previsti e modalità di pagamento online

Il servizio è completamente gratuito per tutti gli utenti.

Eventuali lingue supplementari in cui può essere espletata la procedura

La procedura è disponibile solo in lingua italiana.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Ortensia Ferrara
Ortensia Ferrara
Classe ’83, giornalista pubblicista dal 2007, laureata in scienze della comunicazione dal marzo 2008, appassionata di scrittura creativa, giornalismo e comunicazione da sempre. Pignola, puntuale, permalosa e inguaribilmente pessimista, curiosa, noiosa e ironica.