Lavoro, rinnovi contrattuali e aumenti in arrivo

Importanti novità arrivano dalla rielaborazione della Cisl su dati Cnel

Lavoro, rinnovi contrattuali e aumenti in arrivo. E’ quanto si evince dalla rielaborazione della Cisl su dati Cnel che evidenziano importanti dati e fanno ben sperare per il futuro. Sono tanti i settori in cui si sono registrati rinnovi contrattuali per coloro che vi lavorano. Tra questi chimica farmaceutica, settore dell’energia e del petrolio ma anche dell’elettrico e il settore minerario. E ancora, il settore dell’edilizia e quello degli autoferrotramvieri.

Non solo rinnovi, anche aumenti

Confindustria stima un aumento medio delle retribuzioni contrattuali del 4,9% nel triennio 2018-2021. Percentuali importanti che denotano un maggiore investimento in questa direzione. Per salvare i salari dall’inflazione Cgil, Cisl e Uil, hanno cercato di portare avanti diverse strategie con l’obiettivo dunque di garantire una maggiore tutela. Così ha spiegato anche il segretario confederale della Cisl, Giulio Romani, il quale ha anche sottolineato l’importanza di operare in due diverse direzioni. “La prima è rivedere la politica di redditi perché è l’unico metodo per contrastare la spirale inflazionistica. La seconda è favorire la diffusione di un secondo livello negoziale che redistribuisca la produttività che viene realizzata in azienda“.

Per una efficace difesa dei salari dall’inflazione un ruolo di primo piano la svolge il rinnovo dei contratti. La contrattazione tra le due parti può essere in grado di creare soluzioni per un mondo produttivo di maggiore qualità e una maggiore tutela dei lavoratori.

Maris Matteucci
Maris Matteuccihttps://www.circuitolavoro.it/
Giornalista pubblicista, amo leggere e scrivere, adoro gli animali e la natura, mi piacciono tantissimo i bambini. Vivo col sorriso perché, specialmente da quando ho superato i 40 anni, ho ancora più chiaro, in testa, un concetto: che la vita è troppo breve per passarla ad essere arrabbiati. Questa sono io.
Ultimi articoli
Potrebbe interessarti anche

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui