Le novità sulle pensioni dei Vigili del Fuoco dal 2024

Scopri le recenti modifiche normative che influenzano le pensioni dei Vigili del Fuoco a partire dal 2024.

Con le ultime disposizioni normative introdotte dalla legge di Bilancio 2022, il trattamento pensionistico dei Vigili del Fuoco vede importanti aggiornamenti. L’INPS, con la circolare 54 del 4 aprile 2024, fornisce un quadro dettagliato delle modifiche, che hanno come obiettivo l’incremento della base pensionabile, assicurando migliori condizioni al personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Incremento Annuale della Base Pensionabile

In seguito all’articolo 1, comma 98, della legge 234/2021, viene garantito al personale dei Vigili del Fuoco, al momento della cessazione dal servizio, un incremento periodico della base pensionabile. Quest’ampliamento viene calcolato sull’ultimo stipendio tabellare, contemplando:

  • Maggiorazioni per infermità riconosciuta a causa di servizio
  • Benefici combattentistici ed equiparati
  • Assegni personali in godimento

Tale incremento è variabile in base alla percentuale attribuibile all’anno di riferimento, oscillando dal 2,5% al 15% per le anzianità di servizio acquisite dal 1° gennaio 2022.

Risorse e Strumenti Utili

Apprestarsi al pensionamento richiede una buona dose di informazioni e pianificazione. La nuova normativa per le pensioni dei Vigili del Fuoco rappresenta un significativo passo avanti, rendendo indispensabile la conoscenza delle opportunità e delle modalità per accedervi.

Per maggiori informazioni e per rimanere aggiornati sulle ultime novità dal mondo delle pensioni, visita la sezione dedicata alle news sul nostro sito.

LEGGI ANCHE  Ritardo nell'Assegno di Inclusione: pagamenti di Maggio 2024 posticipati per 300mila famiglie
Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore