Visita fiscale: cambiamenti nelle modalità di segnalazione all’INPS e reperibilità

Leggi l'articolo e scopri tutte le novità in materia di malattia e visita fiscale, come cambiano la reperibilità e le modalità di comunicazione INPS.

Quando si lavora come dipendenti, sia nel settore pubblico che privato, è necessario ottenere un certificato medico dal proprio medico di famiglia in caso di malattia, al fine di giustificare l’assenza dal lavoro. La durata dell’assenza sarà determinata dal medico in base alla prognosi della malattia. Durante il periodo di assenza per malattia, il lavoratore potrebbe essere soggetto a una visita fiscale da parte di un medico incaricato per verificare la presenza della malattia e la permanenza del lavoratore a domicilio.

Attraverso il portale dell’INPS, il lavoratore può controllare nella sua area personale l’elenco delle visite fiscali domiciliari e ambulatoriali effettuate, oltre a poter comunicare eventuali variazioni di indirizzo a cui può essere contattato. Solitamente, viene fornito l’indirizzo di residenza del lavoratore. Questo dettaglio è estremamente importante, poiché nel caso in cui si verifichi una comunicazione errata o una mancata tempestiva comunicazione di cambiamenti, il medico incaricato potrebbe non trovare il lavoratore malato durante la visita fiscale, e ciò potrebbe risultare in un’assenza ingiustificata con conseguenti sanzioni.

Di conseguenza, è fondamentale che il lavoratore fornisca correttamente l’indirizzo di residenza in cui si troverà durante il periodo di malattia e dove potrà essere rintracciato nel caso di visita fiscale. In genere, questi dati sono già presenti nel sistema informatico del medico di famiglia e verranno stampati sul certificato di malattia. Nel caso in cui l’indirizzo sia cambiato nel frattempo, il lavoratore malato deve comunicare tale cambiamento al medico al momento della compilazione del certificato.

Tuttavia, se la comunicazione non è stata effettuata, magari a causa di dimenticanza, il lavoratore può provvedere autonomamente tramite l’area personale dedicata sul sito web dell’INPS.

Modalità di comunicazione online di malattia all’INPS: tutto ciò che devi sapere

Attualmente, comunicare la propria reperibilità in caso di malattia, in vista di una possibile visita fiscale, è molto semplice. Nel caso in cui l’indirizzo sia diverso da quello indicato sul certificato di malattia rilasciato dal medico di famiglia, è sufficiente accedere all’area riservata dedicata sul portale dell’INPS e correggere l’indirizzo personalmente. Tuttavia, è importante eseguire questa operazione il prima possibile.

LEGGI ANCHE  Le migliori aziende in cui lavorare per le donne nel 2024

Infatti, è fondamentale che l’indirizzo di reperibilità del lavoratore durante la malattia sia aggiornato immediatamente. Come abbiamo spiegato in precedenza, nel caso in cui si effettui una visita fiscale all’indirizzo non più valido, il lavoratore potrebbe essere considerato assente ingiustificato e potrebbe perdere il diritto all’indennità di malattia.

Può capitare che il lavoratore, nel frattempo, abbia cambiato residenza senza aver ancora comunicato la nuova abitazione o il nuovo domicilio. Inoltre, durante il periodo di malattia, potrebbe trasferirsi presso parenti o amici per ricevere assistenza. Sarà quindi importante comunicare tempestivamente questi indirizzi in cui il lavoratore malato sarà reperibile e potrà ricevere la visita fiscale.

In sintesi, è cruciale mantenere l’indirizzo di reperibilità aggiornato nel caso di malattia, in modo da evitare problemi e garantire che il lavoratore sia rintracciabile per eventuali visite fiscali dipendenti pubblici. Questa comunicazione può essere facilmente effettuata attraverso l’area personale dedicata sul portale dell’INPS.

Scopri come controllare le visite fiscali online

Grazie alle nuove funzioni disponibili sul portale dell’INPS, i lavoratori possono ora controllare l’elenco delle visite fiscali ricevute, inclusi i risultati, anche per le visite in cui sono risultati assenti, e possono segnalare un cambio di indirizzo di reperibilità. Queste nuove funzioni telematiche fanno parte del progetto “Nuovo Sportello virtuale per il cittadino e le imprese su visite mediche di controllo“, incluso nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), e facilitano le relazioni e le comunicazioni tra i cittadini e la pubblica amministrazione.

Per visualizzare l’elenco delle visite fiscali per malattia e modificare l’indirizzo di reperibilità, il lavoratore deve accedere alla sezione “Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo” sul portale dell’INPS. Una volta dentro, è necessario fare clic sulla nuova funzione “Visualizza visite“.

LEGGI ANCHE  Smart Working 2024: le nuove regole e le implicazioni per dipendenti pubblici e privati

Per accedere allo sportello, è possibile seguire il percorso sul sito ufficiale dell’INPS: andare alla sezione “Lavoro“, poi “Malattia“, cliccare su “Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo“, quindi su “Utilizza il servizio” e accedere all’area riservata autenticandosi tramite l’identità digitale SPID, almeno di Livello 2 (con due fattori di autenticazione), oppure tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o CIE (Carta di Identità Elettronica).

All’interno dell’area riservata, l’utente troverà la funzione “Visualizza visite“. Cliccando su di essa, comparirà l’elenco delle visite fiscali, con indicazioni per ciascuna visita sul numero identificativo, la data, l’ora di effettuazione e il tipo di accertamento (domiciliare/ambulatoriale) eseguito.

Cliccando sull’icona di visualizzazione di ogni visita singola, verrà mostrata una finestra con le informazioni dettagliate sull’accertamento medico, tra cui l’indirizzo comunicato per la reperibilità, eventuali elementi o informazioni aggiuntive utili per trovare il lavoratore e l’esito della visita con eventuali motivazioni. Accanto ai dettagli della visita, sono presenti tre pulsanti che consentono di visualizzare, scaricare e stampare il verbale di visita, di accesso o di giustificabilità.

Segnalazione online del cambio di indirizzo di reperibilità per la visita fiscale

Nel caso in cui l’indirizzo di reperibilità del lavoratore cambi rispetto a quello indicato nel certificato di malattia, è fondamentale che il lavoratore comunichi tempestivamente il nuovo indirizzo. Questa comunicazione può essere effettuata in modo telematico tramite il portale dell’INPS.

Accedendo allo “Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo” seguendo il percorso indicato in precedenza per la visualizzazione delle visite, il lavoratore dovrà selezionare l’opzione “Indirizzo di reperibilità ai fini delle visite mediche di controllo” e apportare le correzioni necessarie nel caso in cui abbia cambiato indirizzo.

LEGGI ANCHE  Cedolino Pensione INPS Maggio 2024: tutti i dettagli online

Solo nel caso in cui il servizio telematico non fosse disponibile, il lavoratore potrà chiamare il Contact Center dell’INPS per comunicare la variazione dell’indirizzo. Tuttavia, per utilizzare il servizio telematico, è necessario che i recapiti del numero di telefono cellulare e/o dell’indirizzo di posta elettronica del lavoratore, precedentemente registrati nell’Archivio Unico dei Contatti Telematici, siano aggiornati.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.