Noipa febbraio 2024: cambiamenti nel calcolo delle tasse

Noipa, l'ente responsabile della gestione delle paghe del settore pubblico, introdurrà nuove aliquote Irpef che influenzeranno direttamente il cedolino degli stipendi.

A partire dal mese di febbraio 2024, NoiPA introdurrà un’importante modifica nel calcolo delle imposte riportate nel cedolino, in conformità alla riforma dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef) prevista dalla Legge di Bilancio 2024. Questa revisione ha l’obiettivo di semplificare la struttura delle aliquote, con particolare attenzione a favorire i lavoratori con redditi medi e bassi. Approfondisci le ultime notizie su Noipa e le tasse sul lavoro nella specifica sezione del nostro portale.

Nuove aliquote Irpef

Le nuove aliquote dell’Irpef che NoiPA applicherà a partire da febbraio sono le seguenti:

  • Redditi fino a 28.000 euro: 23%
  • Redditi oltre 28.000 euro fino a 50.000 euro: 35%
  • Redditi oltre 50.000 euro: 43%

La semplificazione consiste nella riduzione da quattro a tre scaglioni, con l’intenzione di alleviare il peso fiscale, specialmente per coloro che rientrano nella fascia di reddito inferiore a 28.000 euro.

Benefici per i redditi medi e bassi

I lavoratori con redditi fino a 28.000 euro sperimenteranno un beneficio diretto grazie alla riduzione dell’aliquota Irpef applicata al secondo scaglione.

Effetti sui redditi elevati

Per quanto riguarda i redditi più elevati, i contribuenti con redditi superiori subiranno il taglio delle detrazioni fiscali e non beneficeranno dell’accorpamento del primo scaglione.

Risparmio fiscale effettivo

Nonostante l’espressione “riforma fiscale,” è essenziale valutare con realismo l’impatto effettivo sul cedolino. Il risparmio mensile oscillerà da 0 euro a circa 21 euro, con un risparmio massimo stimato di circa 250 euro all’anno. È cruciale notare che, oltre a questa riforma, si aggiunge il taglio del cuneo fiscale, offrendo un potenziale risparmio più significativo per coloro che ne beneficiano.

LEGGI ANCHE  Decreto Milleproroghe 2024, approvato alla Camera: ecco le novità

Per chi guadagna 25.000 euro lordi all’anno, combinando il taglio del cuneo e i nuovi scaglioni, si stima un beneficio mensile di circa 117 euro. Valutare queste modifiche nel contesto del proprio reddito consente una visione più precisa del previsto risparmio fiscale.

Mancata applicazione nel cedolino di gennaio

Dato che la Legge di Bilancio è stata approvata alla fine del 2023, NoiPA non è riuscita ad applicare la nuova Irpef nel cedolino di gennaio, ma lo farà in quello di febbraio. Il mese di gennaio sarà recuperato attraverso un conguaglio fiscale.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.