Opzione donna 2023: come fare domanda e istruzioni INPS

Tutti i requisiti Inps per accedere alla misura

L’Inps ha pubblicato alcuni chiarimenti su come inviare la domanda per partecipare a Opzione Donna 2023 e usufruire del nuovo sistema pensionistico anticipato dedicato alle donne. Per partecipare è necessario possedere alcuni requisiti specifici: ecco tutto quello che c’è da sapere e le istruzioni Inps sul perfezionamento alla data di presentazione della domanda di riscatto.

Opzione donna 2023: presentazione della domanda

Opzione Donna è una pensione anticipata straordinaria rivolta alle donne e alle lavoratrici dipendenti o autonome che abbiano maturato almeno 35 anni di contributi e per accedere è necessario possedere alcuni requisiti specifici.  Si tratta di una misura che viene rinnovata ogni anno e l’ultimo in tempo è quello che c’è stato con la Legge di Bilancio 2023 (che ha introdotto diverse modifiche rispetto alla formulazione del 2022).

Come fare domanda

Fare domanda è semplice, è possibile infatti consultare la procedura spiegata nella Circolare n.25 del 06-03-2023 utilizzando poi i seguenti canali:

  • il sito Inps, a cui è possibile accedere utilizzando come credenziali: lo SPID, la Carta Nazionale dei Servizi, la Carta Identità Elettronica.
  • Il contact center INPS, contattando il numero gratuito 803 164 da rete fissa oppure il numero 06 164 164 da rete mobile;
  • patronato (utilizzando i servizi telematici a disposizione).

I requisiti per accedere

Per accedere a Opzione donna 2023, le lavoratrici devono aver maturato entro il 31 dicembre 2022 un’anzianità contributiva di almeno 35 anni e avere un’età anagrafica di almeno 60 anni. Inoltre, devono trovarsi in una delle situazioni elencate:

  • assistere da almeno 6 mesi il coniuge o la parte dell’unione civile o un parente di 1° grado convivente con handicap in situazione di gravità.
  • se presentano una riduzione della capacità lavorativa (accertata dalle Commissioni competenti) pari almeno al 74%;
  • essere lavoratrici dipendenti o licenziate da imprese per le quali è attivo un tavolo di confronto per la gestione della crisi aziendale.
LEGGI ANCHE  Piano Salva-Casa: Salvini annuncia piano per la regolarizzazione delle abitazioni

Per quanto riguarda l’età necessaria da avere entro il termine di maturazione dei requisiti varia sulla base del numero di figli:

  • per le lavoratrici senza figli: 60 anni di età;
  • per chi ha un figlio: 59 anni di età;
  • per chi ha due o più figli o è dipendente di un’azienda in crisi: 58 anni di età.

Per tutte le informazioni complete su Opzione Donna e i requisiti per accedere è necessario consultare la Circolare Inps dedicata.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Greta Esposito
Greta Esposito
Copywriter e web editor, ho la fortuna di fare della scrittura la mia professione. Non viaggio mai senza musica in cuffia e amo le maratone di film in bianco e nero. Di cosa non posso fare a meno? Della libertà di gestire il mio tempo per dedicarmi alle mie passioni.