Patto di attivazione digitale: chi deve sottoscriverlo, come e cosa succede dopo

Guida al Patto di Attivazione Digitale per attivare il pagamento dell'Assegno di Inclusione e del Bonus Formazione Lavoro. Scopri chi deve sottoscriverlo, quando farlo e quali sono le fasi successive.

Il Patto di Attivazione Digitale (PAD) costituisce un passaggio cruciale sia per coloro che usufruiscono del Bonus Formazione Lavoro (di 350 euro) sia per i beneficiari del nuovo Assegno di Inclusione (ADI).

Attraverso il Patto di Attivazione Digitale, le persone interessate, nel caso del Supporto Formazione Lavoro (SFL), o i nuclei familiari, per quanto riguarda l'Assegno di Inclusione (ADI), condividono le informazioni necessarie per avviare un percorso mirato di inserimento lavorativo o di inclusione sociale.

A seconda delle circostanze, la firma del Patto di Attivazione Digitale può comportare l'assunzione di. . .

Questo contenuto è destinato agli utenti premium

  • Accesso immediato a contenuti esclusivi
  • Guide dettagliate su adempimenti fiscali, accesso a bonus e agevolazioni per le famiglie
  • Novità su sviluppi normativi e fiscali per i dipendenti pubblici, privati e liberi professionisti

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.