Pensioni: da luglio stop all’invio degli assegni all’estero

Scopri le ultime novità dell'Inps: a partire da luglio, gli assegni pensionistici per i residenti all'estero saranno inviati tramite accredito diretto o ritiro in contanti presso la banca.

L’Inps ha annunciato una rilevante aggiornamento che riguarda i pensionati che vivono all’estero, in particolare in diversi Paesi, inclusi tutti quelli europei. A partire da luglio, l’invio degli assegni pensionistici sarà interrotto, e i pagamenti verranno effettuati tramite accredito diretto su conto corrente oppure, ove possibile, in contanti presso uno sportello bancario. Questa mossa intende ridurre i ritardi nella consegna degli assegni, che spesso si verificano a causa di problemi con i servizi postali locali, oltre a prevenire smarrimenti o danneggiamenti.

L’addio agli assegni: novità per i pensionati all’estero

La decisione dell’Inps mira a semplificare e rendere più sicura la procedura di pagamento delle pensioni per i cittadini italiani residenti all’estero. Di seguito, esploriamo le motivazioni, le eccezioni all’applicazione di questa norma, e cosa è richiesto per aderire al nuovo metodo di pagamento.

Motivi della scelta

I motivi dietro questa scelta sono molteplici e centrati principalmente sulla sicurezza e l’efficienza. Eliminando l’invio fisico degli assegni, si riducono i rischi di smarrimento, furto o danneggiamento, garantendo agli aventi diritto di ricevere in modo puntuale e sicuro quanto loro spettante.

Paesi interessati e come aderire

La nuova procedura interessa i pensionati residenti in numerosi paesi esteri, con un focus specifico su quelli europei. Per aderire, è necessario compilare e inviare un modulo dedicato, disponibile sul sito ufficiale dell’Inps. Tra i documenti da allegare vi sono:

  • Copia di un documento di identità valido
  • Informazioni dettagliate sul conto corrente bancario sul quale si desidera ricevere l’accredito

È importante rispondere tempestivamente alle comunicazioni dell’Inps per evitare interruzioni nei pagamenti.

LEGGI ANCHE  Settimana lavorativa a 4 giorni: tutte le proposte esaminate

Il pagamento in contanti

In alcuni casi e previa specifica richiesta, sarà possibile ricevere il pagamento della pensione in contanti presso uno sportello bancario. Questa opzione sarà tuttavia limitata e soggetta a determinate condizioni.

A chi rivolgersi per assistenza

Per tutti i dettagli su come effettuare la transizione, sui documenti necessari, o per ricevere assistenza durante il processo, i pensionati possono consultare il portal di assistenza dell’Inps o contattare direttamente gli uffici preposti. L’Inps ha messo a disposizione varie risorse per facilitare questo cambiamento, garantendo una transizione il più possibile fluida e priva di ostacoli.

In sintesi, questa innovazione rappresenta un passo importante verso la modernizzazione e l’efficienza del sistema di pagamento delle pensioni, con lo scopo di proteggere i beneficiari e assicurare che ricevano regolarmente quanto dovuto, indipendentemente dal loro paese di residenza.

Per maggiori informazioni e per rimanere aggiornati sulle novità sul mondo pensionistico. visita la sezione dedicata alle news sul nostro sito.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore