Ravvedimento speciale: pagamento rateale entro il 31 maggio

Scadenze e rate: tutto quello che devi sapere sul ravvedimento speciale.

Il recente Decreto Superbonus ha prorogato inaspettatamente la scadenza per accedere al ravvedimento speciale con sanzioni ridotte a un diciottesimo del minimo e ha stabilito i nuovi piani di pagamento rateale da rispettare. Pertanto, il prossimo termine per aderire è il 31 maggio 2024. Di seguito, offriamo maggiori informazioni.

Scadenza prorogata per il ravvedimento speciale

La scadenza per il ravvedimento speciale è stata spostata al 31 maggio 2024 dal Decreto Superbonus. Le sanzioni ridotte a un diciottesimo del minimo sono disponibili per chi si mette in regola entro questa data. Tuttavia, il calcolo delle rate da versare varia a seconda del periodo d’imposta oggetto della regolarizzazione.

Calendario e dettagli delle rate

La metodologia di calcolo delle rate dipende dal periodo d’imposta da regolarizzare. In particolare, la Legge di Bilancio 2023 ha facilitato la regolarizzazione per le dichiarazioni fiscali fino al 31 dicembre 2021, con penalità ridotte e la possibilità di estinguere violazioni e omissioni.

Con successive modifiche, introdotte dal Decreto Milleproroghe, si è ampliato il campo d’azione fino alle dichiarazioni del 2022, posticipando il termine per aderire al 31 marzo 2024. Tuttavia, il Decreto Superbonus ha prorogato al 31 maggio 2024 il termine per tutte le annualità coinvolte, chiarificando l’applicazione del ravvedimento.

Opzioni di pagamento del ravvedimento speciale

Per il 2022, è possibile saldare in un’unica soluzione o mediante un piano di quattro rate. Per i periodi precedenti, invece, si deve procedere con il pagamento delle cinque rate iniziali, per poi continuare con le rimanenti tre.

LEGGI ANCHE  IMU 2024: guida completa per correggere errori di pagamento e richiedere rimborsi

Il calendario dei pagamenti prevede:

  • prima rata entro il 31 maggio 2024;
  • seconda rata entro il 30 giugno 2024;
  • terza rata entro il 30 settembre 2024;
  • quarta rata entro il 20 dicembre 2024.

Infine, le rate successive per i precedenti periodi d’imposta hanno scadenze stabilite per il 30 giugno, 30 settembre e 20 dicembre 2024, con interessi al 2% annuo sulla rateazione.

Novità e bonus

Nel contesto del ravvedimento speciale, è sempre utile restare aggiornati sulle ultime novità e i bonus disponibili, che possono incidere sulle scelte fiscali dei contribuenti. Proprio per questo si consiglia di consultare la sezione News di Circuito Lavoro. Qui è possibile trovare informazioni dettagliate e aggiornamenti sul mondo del lavoro e sulle normative fiscali.

Inoltre, nella sezione Bonus del sito, è possibile scoprire le diverse opportunità di incentivi e agevolazioni fiscali disponibili, che possono essere utili per ottimizzare la gestione economica sia per individui che per aziende.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore