Riforma Cartabia: le nuove regole per chiedere divorzio e separazione

Dal 28 febbraio è entrata in vigore la riforma del Codice civile voluta dall’ex ministra Cartabia: unica domanda per richiedere separazione e divorzio, con tempi più brevi.

La disciplina che regola il divorzio e la separazione è ufficialmente cambiata con l’entrata in vigore della riforma voluta da Marta Cartabia, ex ministro del governo Draghi.

Dal primo marzo 2023, è possibile ottenere la separazione e il divorzio attraverso un solo procedimento, prevedendo tempi più brevi e sanzioni in caso di violazione contrattuale.

Indice dei contenuti

I tempi

La riforma prevede un limite di 90 giorni per la prima udienza e un solo canale di giudizio, trascurando il passaggio davanti al presidente e al giudice istruttore.

In caso di figli a carico, la competenza è rimandata al tribunale di residenza dei minori, in alternativa a quello di chi riceve domanda di separazione e divorzio.

La domanda può essere presentata dall’atto introduttivo della separazione, ma il divorzio viene sancito solo con il passaggio in giudicato della sentenza parziale di separazione e la cessazione ininterrotta della convivenza tra i coniugi.

I documenti

Oltre ai documenti necessari per inoltrare l’istanza, è indispensabile presentare anche un piano genitoriale, in cui vanno definite le attività quotidiane nelle quali sono implicati minori (attività scolastiche o sportive) in modo da permettere al giudice di decidere adeguatamente sull’affidamento e diritto di visita.

Le sanzioni

Con la riforma Cartabia, inoltre, il giudice avrà la possibilità di sanzionare la persona che non rispetta i tempi e le modalità previste dal piano genitoriale proposto.

È previsto anche un risarcimento nel caso in cui una delle due parti dovesse omettere al giudice le proprie reali condizioni economiche, al fine di pagare un contributo di mantenimento inferiore.

Per ricevere ulteriori aggiornamenti, consulta la nostra pagina dedicata alle news.

LEGGI ANCHE  Certificazione Unica pensionati 2024: pubblicate le istruzioni dell'INPS
Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.