Rivalutazione pensioni gennaio 2024: novità per pensione minima, Assegno Sociale e invalidità

Scopri le ultime novità sugli aggiornamenti previdenziali e assistenziali del 2024. Cosa aspettarsi per la pensione minima, l'Assegno Sociale e l'invalidità civile.

A inizio gennaio, i trattamenti previdenziali e assistenziali sono stati rivalutati in base all’inflazione. Tuttavia, è importante sottolineare che la percentuale di rivalutazione utilizzata per l’aumento delle pensioni è provvisoria. Questa è stata calcolata considerando i dati rilevati dall’Istat per i primi nove mesi del 2023, mentre per l’ultimo trimestre sono stati utilizzati valori stimati.

Questa pratica segue una procedura standard prevista dalla normativa al fine di anticipare la rivalutazione delle pensioni già a gennaio. Il tasso definitivo, che verrà reso noto nelle prime settimane dell’anno, non è ancora stato ufficializzato.

Pertanto, non è garantito che gli importi delle pensioni, inclusi quelli delle prestazioni assistenziali come la pensione minima, l’assegno sociale e le pensioni di invalidità, siano definitivi. Le prime anticipazioni dell’Istat suggeriscono che potrebbero subire variazioni. Secondo le stime preliminari, che dovrebbero essere confermate a breve, l’inflazione accertata per il 2023 è del 5,7%, leggermente superiore al 5,4% utilizzato per l’adeguamento delle pensioni al costo della vita.

Se questa percentuale venisse confermata, si prevede un conguaglio all’inizio del 2025. Tuttavia, non è escluso che, come accaduto negli ultimi due anni, possa essere anticipato di qualche mese. In tal caso, si procederebbe al ricalcolo del trattamento con la restituzione degli arretrati per le mensilità non percepite.

Al fine di comprendere come un’eventuale inflazione definitiva al 5,7%, con una differenza dello 0,3% rispetto a quella provvisoria, influirà su alcune delle prestazioni più comuni, come il trattamento minimo di pensione (la cosiddetta pensione minima), l’assegno sociale e le pensioni di invalidità civile, forniamo di seguito una panoramica dettagliata.

Importo pensione minima 2024

A dicembre 2023, grazie al conguaglio della rivalutazione, la percentuale provvisoria è stata regolata applicando la differenza dello 0,8% rispetto a quella definitiva. Di conseguenza, l’importo del trattamento minimo di pensione è salito a 567,94 euro mensili, corrispondenti a 7.383,22 euro annui. A gennaio 2024, con la nuova rivalutazione del 5,4%, l’importo è aumentato a 598,61 euro mensili, pari a 7.781,93 euro annui. Tuttavia, come previsto, questo importo sarà ulteriormente rivisto applicando completamente lo 0,3% di differenza sull’importo definitivo del 2023. Di conseguenza, il valore della pensione minima salirà a 600,31 euro mensili, corrispondenti a 7.804,06 euro l’anno. Per i trattamenti che non superano questa soglia nel 2024, si applica una rivalutazione del 2,7%, consentendo un importo massimo di 616,51 euro.

Quanto ammonta l’Assegno Sociale nel 2024

Il discorso analogo si applica all’Assegno sociale, destinato a coloro che, al raggiungimento dell’età limite per l’accesso alla pensione di vecchiaia (67 anni nel 2024), si trovano in una situazione di bisogno economico. L’importo definitivo per il 2023 è stato di 507,03 euro mensili, corrispondenti a 6.591,39 euro annui, mentre quello provvisorio per il 2024 è di 534,41 euro mensili, pari a 6.947,33 euro annui. Come anticipato, questo importo sarà soggetto a ulteriori modifiche: con la rivalutazione al 5,7%, l’importo definitivo per il 2024 salirà a 535,93 euro mensili, corrispondenti a 6.967,09 euro annui, ma questa variazione avverrà solo durante il conguaglio.

Importo dell’invalidità civile 2024

Infine, la pensione di invalidità civile è passata da 316,25 euro a 333,33 euro all’inizio del 2024. Considerando la nuova rivalutazione del 5,7%, l’importo salirà a 334,27 euro. Lo stesso importo si applica anche all’indennità di frequenza.

LEGGI ANCHE  Cedolino NoiPA febbraio 2024: novità fiscali, stipendi e modifica aliquote
Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.