Ripartono le prove dei concorsi con le regole anti-covid

Dal 15 febbraio ripartiranno le prove dei concorsi pubblici, che dovranno essere svolte secondo il nuovo regolamento anti-Covid. Ecco tutti gli obblighi per i candidati e le nuove regole da rispettare.

Ripartono le prove dei concorsi pubblici con le regole anti-Covid

Il DPCM del 16 gennaio ha di fatto autorizzato la ripartenza dei concorsi pubblici che avverrà a partire dal prossimo 15 febbraio. Tuttavia, le prove dovranno essere svolte nel rispetto del nuovo regolamento anti-Covid. Come già precisato, ad esempio, ciascuna sessione di prova potrà prevedere un numero massimo di 30 partecipanti. Non solo, all’interno dei locali dovranno essere previsti dispenser di gel igienizzante, mentre i flussi nell’area dovranno essere regolamentati anche mediante una cartellonistica orizzontale e verticale. Le postazioni per gli operatori addetti all’identificazione dei candidati, invece, dovranno prevedere appositi divisori in plexiglass. Ogni candidato dovrà inoltre essere collocato ad una distanza di almeno due metri dall’altro. Tutte le misure andranno comunicate tramite PEC o direttamente sul sito dell’amministrazione organizzatrice del concorso.

Per i candidati inoltre sono previste altre disposizioni specifiche:

  • l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica messa a disposizione dagli organizzatori;
  • una temperatura non superiore a 37,5 gradi verificata tramite termoscanner al momento dell’accesso nell’area concorsuale;
  • l’obbligo di un tampone rapido o molecolare effettuato in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento delle prove.

 

Annunci Correlati

Menu