Decreto coronavirus, cosa c’è da sapere sui concorsi

Decreto coronavirus, il rischio di contagio da Coronavirus ha portato al rinvio di manifestazioni, eventi, viaggi e concorsi pubblici.
Quale sarà la sorte di quelli in arrivo o non ancora banditi?

Con alcune eccezioni, i concorsi pubblici sono stati sospesi.

Con il significato sospensione del concorso si intende che per il momento non si svolgeranno le prove d’esame.

Decreto coronavirus, le eccezioni

Fanno eccezione:

  • i concorsi dove i candidati sono valutati su base curriculare o in modalità telematica;
  • Inoltre i concorsi per il personale sanitario, compresi gli esami di stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e quelli per il personale della protezione civile, che devono svolgersi preferibilmente in modalità a distanza o, se non fosse possibile, garantendo la distanza di sicurezza di un metro.

Attenzione, un concorso sospeso, non è un concorso nullo, in quanto solo le prove d’esame sono rimandate a data da definirsi.
Il decreto prevede la sospensione dei concorsi fino al 3 aprile, termine indicato nel DPCM del 9 marzo 2020 che ha esteso su tutto il territorio nazionale il precedente DPCM dell’8 marzo 2020.
In Gazzetta Ufficiale vengono ancora pubblicati nuovi concorsi ogni settimana.

Cosa fare se il tuo concorso è stato sospeso?

Ti consigliamo di usare questo tempo per approfondire gli argomenti complessi e preparasi meglio.
Molte prove d’esame sono ravvicinate e spesso lo studio ne risente, quindi esercitati e studia.

Annunci Correlati

Menu