Graduatorie ATA terza fascia titoli: come valutarli?

L’acquisizione di punteggio nella graduatoria ATA terza fascia avviene esclusivamente per titoli. Di conseguenza diventa fondamentale individuare quelli giusti e capire come valutarli. Ecco tutte le differenze fra titoli culturali e di servizio e come calcolare a quanti punti corrispondono.

Graduatorie ATA terza fascia: i titoli culturali

La procedura concorsuale per l’inserimento del personale ATA terza fascia e l’aggiornamento delle graduatorie prevede l’esclusiva valutazione dei titoli. E’ chiaro quindi che il possesso di determinati titoli specifici, he siano culturali o di servizio, può fare la differenza, consentendo di acquisire più o meno punti necessari per salire in graduatoria. I titoli culturali, ad esempio, comprendono i titoli di studio, corsi di formazione, ecc. In questo caso, quindi, per il profilo di assistente amministrativo o assistente tecnico, cuoco e infermiere, la laurea consente di acquisire due punti.

Il possesso di attestati di qualifica professionale permette invece di avere da un punto a un punto e mezzo. L’idoneità in concorso pubblico viene valutata un punto, mentre le certificazioni informatiche vanno da 0,50 a 0,60 punti, in base al titolo e al livello. Per il profilo di guardarobiere o addetto alle aziende agrarie, l’idoneità in concorso consente di avere due punti, mentre le certificazioni informatiche vengono valutate da 0,25 a 0,30 punti. Il diploma di maturità in questo caso vale tre punti.

Graduatorie ATA: i titoli di servizio

I titoli di servizio riguardano invece gli anni di lavoro maturati all’interno della scuola. Per il profilo amministrativo, in caso di servizio prestato presso scuole statali il punteggio previsto è di sei punti per ogni anno. Laddove invece le scuole fossero non statali, ogni anno è valutato tre punti. Lo stesso calcolo può essere effettuato per il profilo di cuoco, assistente tecnico e infermiere. Tuttavia, ai fini della valutazione può essere considerato anche il servizio prestato presso un convitto. In questo caso il punteggio è pari a sei punti per ogni anno. Per i profili di guardarobiere, collaboratore scolastico e addetto aziende agricole, è possibile considerare lo stesso tipo di valutazione.

 

 

Annunci Correlati

Menu