Navigator, contratti prorogati con il DL Sostegni

Navigator, contratti prorogati con il DL Sostegni che allunga fino a fine anno la possibilità di lavorare a coloro che erano stati assunti da ANPAL per le politiche attive sul lavoro collegate al Reddito di Cittadinanza. I contratti erano tutti in scadenza il 30 aprile, il nuovo decreto varato dal Governo Draghi ha predisposto la proroga di qualche mese.

Navigator, contratti prorogati con il DL Sostegni

Non solo la proroga, perché come specificato nello stesso Decreto Sostegni, l’incarico costituirà titolo di preferenza nei concorsi pubblici. E per dare continuità, lo Stato ha previsto lo stanziamento di oltre 61 milioni di euro.

Qual è il ruolo del navigator?

La figura del navigator è senza dubbio una figura particolare con compiti precisi che, fino a qualche tempo fa, non sarebbero stati individuabili. Infatti il navigator si occupa essenzialmente del facilitare l’inserimento nel mondo di lavoro per chi percepisce il reddito di cittadinanza (incentivo dello Stato che appunto, fino a qualche anno fa, non esisteva). I navigator sono stati selezionati nell’anno 2019 (erano 2.980) attraverso regolare concorso con contratto triennale in scadenza il 30 aprile. Adesso il Decreto Sostegni prevede la proroga dei suddetti contratti fino al 31 dicembre 2021.

La decisione del Governo Draghi

Nell’art. 18 del Decreto Sostegni Mario Draghi giustifica l’allungamento del contratto per “garantire continuità nell’assistenza alle misure di politica attiva del lavoro destinate ai percettori del reddito di cittadinanza, da parte dei centri per l’impiego di Regioni e province autonome“. Sul ruolo dei navigator ci sono stati per la verità numerosi dubbi. C’è chi dice infatti che non siano stati così utili. Ma di controparte c’è chi sottolinea il difficile momento lavorativo causato dalla pandemia. Da qui la decisione del Governo di dare ancora fiducia ai collaboratori di ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro).

Annunci Correlati

Menu