Bonus mamma e assegno unico, il totale può superare i 1000 euro: le simulazioni

Le simulazioni rivelano come le famiglie possono ottenere oltre 1000 euro al mese.

Il Sole 24 Ore ha tentato di calcolare quanto possa incassare una madre lavoratrice con l’introduzione del contributo previsto nell’ultima Legge di Bilancio e dell’assegno unico universale: le somme partono da 400 euro ma possono arrivare a 1.042 euro in busta paga per chi ha un contratto a tempo indeterminato e una famiglia numerosa.

Il bonus mamma

Una delle importanti novità dell’ultima Legge di Bilancio è il bonus mamma: una detrazione sui contributi previdenziali pari al 9,19% dello stipendio, fino a un tetto annuale di 3.000 euro, ridistribuito mensilmente, per le lavoratrici madri di almeno tre figli.

Per il 2024, il bonus viene concesso sperimentalmente anche alle madri con due figli, e si rivolge alle impiegate sia nel settore pubblico che privato (incluso agricolo, somministrate e apprendiste) con contratti a tempo indeterminato.

E sono già oltre 681.000 madri lavoratrici si avvalgono del beneficio, rientrando nei 6,4 milioni di famiglie che ricevono l’assegno unico universale.

Sviluppi del bonus madri lavoratrici

Le madri con i requisiti godono dell’esenzione a partire da gennaio. Se il secondo figlio nasce nel corso dell’anno, il bonus è riconosciuto dal mese della nascita fino al decimo anno dell’infante. Il bonus, tra 2025 e 2026, si applicherà dalla nascita del terzo figlio fino al diciottesimo anno dell’ultimo nato.

La differenza con l’Assegno Unico

Le due misure assistenziali per le famiglie operano diversamente: l’esenzione contributiva del bonus mamme inserita nella legge di Bilancio 2024 favorisce le madri con retribuzioni elevate e quindi contributi più alti ai quali si applica l’esenzione, con durate differenti a seconda che si tratti di madri di due o tre figli. L’assegno unico universale, invece, considera il reddito solo come uno degli elementi per il calcolo dell’Isee.

LEGGI ANCHE  L'importanza di aggiornare l'ISEE per l'Assegno Unico entro il 30 Giugno

Assegno unico e bonus mamme: esempio di una lavoratrice apprendista

Secondo un’analisi de Il Sole 24 Ore, un’apprendista con uno stipendio imponibile mensile di 1.900 euro e un’onere contributivo del 5,84% riceve un bonus mamma di 110,96 euro mensili sulla busta paga. Con un reddito annuo di 24.700 euro, considerando a una famiglia di tre persone, con affitto e un patrimonio mobiliare di circa 10 mila euro, e con un Isee di 7 mila euro, l’assegno unico universale arriva a circa 400 euro mensili, per un totale di 510,96 euro.

In aggiunta, se è presente di un figlio disabile grave, la madre avrebbe un incremento di 119,6 euro al mese per un totale di 519,6 euro e un beneficio globale di 630,56 euro.

Simulazione bonus mamme e assegno unico universale

Supponiamo un’impiegata a tempo indeterminato con guadagno mensile imponibile di 2.692 euro e contributo del 9,19%, l’esenzione mensile è di 247,39 euro. Con un reddito annuale di circa 35 mila euro, una famiglia con tre minorenni e un disabile, casa con valore Imu di 50 mila euro, patrimonio mobiliare di 10 mila euro e un Isee di 9.014 euro, l’assegno unico universale si stima in 794,8 euro. 1.042,2 euro è quindi la somma complessiva percepita in busta paga.

Altro esempio con retribuzione di 3.600 euro

La disamina riguarda una dipendente a tempo indeterminato con retribuzione di 3.600 euro mensili e una percentuale contributiva del 9,19%. Qui il bonus mamma è di 250 euro (più basso di una contribuzione di 330,84 euro). Con un introito annuo di 46.800 euro, una famiglia di quattro persone e un immobile valutato 200 mila euro, senza stipendio del coniuge, l’Isee è di 25 mila euro: l’assegno unico universale è all’incirca di 319 euro, raggiungendo un totale di 569 euro.

LEGGI ANCHE  Bonus tende da sole 2024: guida alle detrazioni fiscali

Con tre figli, l’assegno unico universale aumenta a 642,3 euro (184,6 euro per ogni minore e un extra di 88,5 euro dal terzo figlio in poi), portando il vantaggio totale insieme al bonus mamma a 892,3 euro.

Simulazione bonus mamme e assegno unico con Isee di 42.000 euro

Immaginando una famiglia di quattro persone dove entrambi i genitori lavorano, con un reddito complessivo di circa 90 mila euro, un patrimonio immobiliare pressapoco di 200 mila euro e mobiliare di 20 mila euro, un Isee di 42 mila euro assegna un aiuto di 149,2 euro (per un sostegno di 74,6 euro per minore), oppure di 392,8 euro con un Isee di 34 mila euro se i membri sono cinque

Sommando il bonus mamma si ottiene un beneficio mensile di 399,2 euro con quattro figli e di 642,80 euro con cinque membri nella famiglia.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore