Bonus mutuo 2024: come richiederlo e quali sono le novità

In questo articolo, esploreremo nel dettaglio come richiedere il bonus mutuo e quali sono le principali novità introdotte per il 2024.

La legge di Bilancio 2024 ha portato importanti novità nel panorama dei mutui prima casa, confermando e ampliando il già esistente bonus mutuo. Questo strumento, già fondamentale per agevolare l’accesso al credito per l’acquisto della prima abitazione, è stato potenziato per includere anche le famiglie numerose, offrendo garanzie fino al 90% del valore dell’immobile.

Scopri la guida ai Bonus per la Famiglia previsti per il 2024.

Cos’è il Bonus mutuo 2024

Il Bonus Mutuo 2024, introdotto con la legge di Bilancio dello stesso anno, rappresenta un’importante misura di sostegno per favorire l’accesso al credito immobiliare, in particolare per giovani sotto i 36 anni e altre categorie “prioritarie”. Con la recente proroga del Fondo di garanzia per i mutui, è stato ampliato il raggio d’azione di questo strumento, con l’obiettivo di includere anche famiglie più numerose.

Le modifiche apportate durante il passaggio parlamentare della manovra hanno delineato chiaramente le condizioni per accedere al Bonus Mutuo 2024, consentendo a certe famiglie di ottenere una garanzia ancora più vantaggiosa, superiore all’80% del valore dell’immobile.

Requisiti per accedere al Bonus Mutuo

I requisiti per accedere al Bonus Mutuo includono già le disposizioni stabilite dalla Legge di Bilancio 2024, che prevedono la possibilità di accedere al fondo di garanzia mutui per giovani coppie coniugate o conviventi da almeno 2 anni, nuclei familiari monogenitoriali con figli minori conviventi, conduttori di alloggi di proprietà degli istituti autonomi per le case popolari, e giovani di età inferiore a 36 anni.

LEGGI ANCHE  Aumento dello stipendio per le lavoratrici madri

Le caratteristiche dell’immobile che può essere acquistato utilizzando questa garanzia rimangono invariate. Deve essere destinato ad abitazione principale, non deve appartenere alle categorie catastali A1, A8 e A9, e non deve possedere caratteristiche di lusso come definite nel decreto ministeriale n. 1072 del 2 agosto 1969.

Limiti di reddito nel 2024

Nel corso del 2024, sono stati stabiliti dei limiti di reddito per poter accedere ai benefici del Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa. È fondamentale che le categorie considerate prioritarie abbiano un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore a 40.000 euro, affinché lo Stato possa garantire fino all’80% del valore dell’immobile, comprensivo degli oneri accessori. Inoltre, l’importo massimo del mutuo non può superare i 250.000 euro.

Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2024, sono state introdotte nuove categorie che hanno priorità nell’accesso al credito al fine di sostenere le famiglie numerose. In particolare, in presenza di determinate condizioni, è stata prevista una garanzia superiore all’80% del valore dell’immobile.

Le famiglie numerose possono beneficiare di questo ampliamento secondo i seguenti criteri:

  • Famiglie con tre figli (tutti di età inferiore a 21 anni) e un ISEE fino a 40.000 euro, possono ottenere un mutuo fino all’80% del valore d’acquisto.
  • Famiglie con quattro figli (tutti di età inferiore a 21 anni) e un ISEE fino a 45.000 euro. In questo caso, la garanzia copre fino all’85% del valore d’acquisto.
  • Famiglie con cinque o più figli (tutti di età inferiore a 21 anni) e un ISEE fino a 50.000 euro, possono usufruire di una garanzia fino al 90% del valore d’acquisto.

Come richiedere il Bonus Mutuo

Per richiedere il Bonus Mutuo, è necessario presentare la domanda direttamente alle banche o agli intermediari finanziari che erogano il finanziamento.

LEGGI ANCHE  Disoccupazione agricola in Italia nel 2024: requisiti, domanda e importo

È richiesto di allegare il modulo compilato e firmato, il documento di identità e l’attestazione ISEE. Successivamente, considerando le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2024, sarà probabilmente necessario attendere la disponibilità di un nuovo modello fornito dal Ministero dell’Economia.

Infine, è essenziale sottolineare che l’agevolazione è legata all’acquisto effettivo dell’immobile e non può essere utilizzata per la sola ristrutturazione di una proprietà già in possesso dell’utente.

Vantaggi del Bonus Mutuo

In conclusione, il Bonus Mutuo del 2024 offre una serie di vantaggi che possono essere riassunti nei seguenti punti:

  1. Accesso facilitato al credito immobiliare: Agevola l’acquisto della prima casa, permettendo un accesso più semplice al credito, soprattutto per i giovani sotto i 36 anni e altre categorie prioritarie.
  2. Garanzie potenziate: Le recenti modifiche legislative hanno esteso le garanzie offerte, consentendo coperture fino al 90% del valore dell’immobile, riducendo così la necessità di capitale proprio e diminuendo i rischi per gli acquirenti.
  3. Agevolazioni per categorie specifiche: Categorie di acquirenti come giovani coppie, famiglie numerose e giovani sotto i 36 anni possono godere di condizioni più vantaggiose rispetto ai mutuatari tradizionali.
  4. Limiti di reddito adeguati: Sono stati stabiliti limiti di reddito per accedere ai benefici del Fondo di Garanzia, garantendo che famiglie con redditi modesti possano ottenere finanziamenti immobiliari a tassi convenienti.
  5. Procedura di richiesta semplice: La procedura per richiedere il Bonus Mutuo è relativamente semplice, richiedendo solo la presentazione della domanda alle banche o agli intermediari finanziari competenti, corredata dai documenti necessari.
  6. Estensione delle categorie prioritarie: L’inclusione delle famiglie numerose come categorie prioritarie ha esteso i vantaggi del Bonus Mutuo, offrendo loro garanzie più elevate in base al numero di figli e al reddito ISEE.
LEGGI ANCHE  Bonus psicologo: dal 18 marzo aperte le domande per il 2023
Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.