Bonus retrofit elettrico 2023, conversione auto in elettriche: come funziona

Come funziona il bonus retrofit destinato a chi converte sotto il profilo sostenibile i propri veicoli in mezzi elettrici.

Dal 15 febbraio 2023 è possibile fare richiesta per il bonus retrofit elettrico. Parliamo di un contributo fino a 3.500 euro rivolto ai proprietari di veicoli che installano sul proprio mezzo un sistema di riqualificazione elettrica.

Rientrano tra le categorie di veicoli per i quali viene riconosciuta l’agevolazione i mezzi di trasporto di persone, per un massimo di 8 posti, e trasporto merci con motore a combustione interna.

Di seguito, riportiamo le informazioni relative al funzionamento del bonus retrofit elettrico, ai beneficiari del contributo e a come richiederlo.

I beneficiari

L’agevolazione spetta ai proprietari di veicoli per il trasporto di persone e merci che installano sul proprio mezzo un sistema di riqualificazione elettrica che va a sostituire il motore endotermico (automobili, camion, furgoni ecc.). Vale per le riqualificazioni effettuate a partire dal 10 novembre 2021, e fino al 31 dicembre 2022.

Veicoli ammessi

Il bonus retrofit elettrico può essere utilizzato per i veicoli per il trasporto di persone e merci che rientrano nelle seguenti categorie:

  • M1, veicoli per il trasporto di persone, con massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente;
  • M1G, M1 fuoristrada;
  • M2, veicoli per il trasporto di persone, con massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente, peso massimo 5 tonnellate;
  • M2G, M2 fuoristrada;
  • M3, veicoli per il trasporto di persone, con massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente, peso massimo oltre 5 tonnellate;
  • M3G, M3 fuoristrada;
  • N1, veicoli per il trasporto di merci, peso massimo non superiore a 3,5 tonnellate;
  • N1G, N1 fuoristrada.

A quanto ammonta il bonus

Il contributo del bonus retrofit elettrico equivale al 60% del costo sostenuto per la riqualificazione e arriva fino a un massimo di 3.500 euro. A questo, si aggiunge un ulteriore contributo del 60% delle spese relative:

  • all’imposta di bollo per l’iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico (Pra);
  • al pagamento dell’imposta di bollo;
  • all’imposta provinciale di trascrizione.
LEGGI ANCHE  Guida completa al Bonus bollette 2024: come ottenerlo tramite l'ISEE

Bonus retrofit, come funziona

Il bonus retrofit elettrico è un contributo calcolato sull’ammontare delle spese relative alla riqualificazione elettrica di un veicolo, spese fino a un massimo di 3.500 euro.  La richiesta del bonus si effettua a sportello e l’agevolazione vale solo per le specifiche categorie di veicoli indicate.

Come richiedere il bonus

Per richiedere il bonus retrofit elettrico bisogna presentare la propria domanda accedendo a questa piattaforma gestita dal MIT e da Consap SPA. Sarà necessario allegare la documentazione sul possesso dei requisiti e quella relativa ai veicoli oggetto della riqualificazione energetica.

Se vuoi ricevere altri aggiornamenti su agevolazioni e aiuti, ti invitiamo a visitare la nostra pagina dedicata ai bonus alle imprese e ai lavoratori.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.