Bonus tende da sole 2024: nuova guida, requisiti e procedura per ottenere sconti fino al 50%

Scopri tutto sul Bonus Tende da Sole 2024: quali sono i requisiti, come richiederlo e quali sono le procedure da seguire per ottenere sconti fino al 50% sulle spese sostenute.

Con l’arrivo della stagione estiva, cresce l’interesse verso soluzioni che possano garantire comfort e risparmio energetico negli ambienti domestici e lavorativi. Tra le agevolazioni messe in campo, il Bonus Tende da Sole si presenta come un’opportunità da non sottovalutare, offrendo sconti fino al 50% su spese fino a 60mila euro.

Chi può richiederlo e dove è applicabile

L’incentivo non fa distinzioni: sia privati che aziende possono accedervi, e la sua disponibilità si estende fino al 31 dicembre dell’anno in corso, salvo ulteriori proroghe. Fondamentale è che gli edifici interessati siano regolarmente accatastati e in regola con le tasse.

Quali dispositivi sono ammissibili

Il bonus comprende una vasta gamma di dispositivi, tra cui tende a telo avvolgibile, a rullo, a lamelle orientabili e frangisole per pergole agganciate all’abitazione. L’obiettivo è chiaro: migliorare l’efficienza energetica degli edifici e ridurre il surriscaldamento degli ambienti interni.

Requisiti e caratteristiche delle schermature

Le tende devono essere installate con un orientamento che massimizza la schermatura solare, preferibilmente verso sud, est o ovest. Non sono ammessi incentivi per tende orientate a nord. Inoltre, devono contribuire al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio.

Altre soluzioni ammesse

Il bonus non si limita alle tende da sole, ma si estende anche alle soluzioni per riparare i terrazzi dal sole, come le pergole agganciate alla facciata. Anche le chiusure oscuranti, come scuri, persiane, veneziane e tapparelle, sono comprese nell’agevolazione, così come le zanzariere, purché rispettino i requisiti richiesti.

Procedura per ottenere il Bonus

La documentazione è fondamentale per poter accedere al bonus. È necessario conservare i pagamenti effettuati tramite bonifico bancario o postale parlante, indicando i codici fiscali del beneficiario e del fornitore. Entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori, occorre inviare una scheda descrittiva degli interventi all’Enea.

LEGGI ANCHE  Bonus Psicologo 2023: ultimi giorni per richiedere fino a 1.500 euro

Modalità di utilizzo dell’agevolazione

Per usufruire del bonus, è possibile scegliere tra tre opzioni: detrazione Irpef in 10 anni a rate tramite dichiarazione dei redditi, sconto diretto in fattura (valido solo per interventi realizzati prima del 17 febbraio 2023) o cessione del credito d’imposta a un soggetto terzo (anche questa opzione valida solo per interventi precedenti alla suddetta data).

In conclusione, il Bonus Tende da Sole si presenta come un’opportunità concreta per migliorare il comfort abitativo e risparmiare sui consumi energetici. Tuttavia, è fondamentale attenersi scrupolosamente alla procedura e conservare tutta la documentazione necessaria per beneficiare dell’incentivo. Visita la nostra pagina dedicata ai bonus famiglia per rimanere aggiornato su ulteriori incentivi.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore