Congedo parentale all’80%: requisiti e novità

In questo articolo, analizzeremo nel dettaglio le novità introdotte, i requisiti necessari per accedervi e come fare richiesta

In questo articolo, analizzeremo nel dettaglio le novità introdotte, i requisiti necessari per accedervi e come fare richiesta.

Nuove regole per il congedo parentale

Congedo parentale 2024, raddoppiano i mesi retribuiti all’80%. Per i neogenitori con un lavoro dipendente sarà più conveniente utilizzarlo: da questo anno, infatti, coloro che finiscono il periodo di astensione obbligatoria per la nascita del figlio (cinque mesi per la madre compreso il periodo pre-parto, 10 giorni per il padre) potranno avere i primi due mesi di congedo parentale indennizzati all’80%.

Requisiti per accedere al congedo e durata

Se il primo mese all’80% della retribuzione può essere chiesto da tutti i genitori con figli in età prescolare il secondo mese con l’indennità all’80% può essere chiesto solo da coloro che terminano il congedo obbligatorio dopo la fine del 2023 e hanno quindi i figli di pochi mesi.

In generale il congedo parentale, periodo di astensione facoltativa dal lavoro concesso ai genitori per prendersi cura del bambino nei suoi primi anni di vita, spetta ai genitori lavoratori dipendenti (esclusi i domestici), entro i primi 12 anni di vita del bambino per un periodo complessivo, tra i due genitori, non superiore a dieci mesi, elevabili a undici se il padre lavoratore si astiene dal lavoro per un periodo, continuativo o frazionato, di almeno tre mesi.

Congedo parentale per il genitore solo

Al genitore solo sono riconosciuti 11 mesi continuativi o frazionati, di congedo parentale, di cui 9 mesi indennizzabili al 30% della retribuzione. I dipendenti che hanno un reddito individuale inferiore a 2,5 volte il minimo della pensione (524 euro per il 2022), quindi a 1.310 euro, potranno chiedere l’indennizzo al 30% per tutti i mesi di congedo chiesti (non solo i 9 complessivi) fino al dodicesimo anno (e non più fino all’ottavo).

LEGGI ANCHE  Pensione di invalidità civile: requisiti, domanda e date di pagamento marzo 2024

Congedo parentale per gli iscritti alla gestione separata Inps

I genitori lavoratori iscritti alla gestione separata Inps potranno fruire del congedo parentale entro i 12 anni e non più entro il terzo. Ciascun genitore ha diritto a 3 mesi di congedo parentale indennizzato, non trasferibile all’altro genitore.

I genitori hanno, inoltre, diritto ad ulteriori 3 mesi indennizzati in alternativa tra loro, per un periodo massimo complessivo indennizzabile tra i genitori di 9 mesi. Previsto, infine, il congedo parentale per i lavoratori autonomi che avranno diritto a 3 mesi di congedo parentale, da fruire entro l’anno di vita del figlio.

Come fare la richiesta del congedo

La domanda di congedo parentale può essere presentata in via telematica attraverso:

  • Sito web INPS: tramite SPID, CIE o CNS (Carta Nazionale dei Servizi)
  • Patronato: i patronati possono presentare la domanda per conto del richiedente
  • Contact center INPS: numero verde 803 164 (da rete fissa) o 06 164 164 (da rete mobile)

Bisogna presentare come documentazione:

  • documento di identità in corso di validità
  • codice fiscale del richiedente e del bambino
  • certificato di nascita del bambino
  • stato di famiglia aggiornato
  • dichiarazione del datore di lavoro attestante la retribuzione del richiedente

La domanda di congedo parentale deve essere inviata al datore di lavoro almeno 15 giorni prima dell’inizio del congedo. Il datore di lavoro è tenuto a comunicare al richiedente l’accoglimento o il rigetto della domanda entro 5 giorni dalla ricezione.

Rimani aggiornato su tutte le agevolazioni e bonus previste per le famiglie

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Ortensia Ferrara
Ortensia Ferrara
Classe ’83, giornalista pubblicista dal 2007, laureata in scienze della comunicazione dal marzo 2008, appassionata di scrittura creativa, giornalismo e comunicazione da sempre. Pignola, puntuale, permalosa e inguaribilmente pessimista, curiosa, noiosa e ironica.