Ecobonus Auto 2024: incentivi su veicoli, moto e commerciali dal 23 gennaio

Il 23 gennaio 2024 segna il ritorno delle prenotazioni per l'Ecobonus Auto. Sconti fino a 5.000 euro su auto elettriche, incentivi per moto e veicoli commerciali.

Dal 23 gennaio 2024, è nuovamente possibile prenotare gli incentivi dell’Ecobonus auto. Le agevolazioni per autoveicoli, motocicli, ciclomotori e veicoli commerciali non inquinanti rimangono invariati rispetto all’anno precedente, con sconti fino a 5.000 euro per le auto elettriche a basse emissioni.

Le moto e gli scooter non elettrici continuano a beneficiare di un incentivo pari al 40% della spesa, con un limite massimo di 2.500 euro. Tale valore aumenta a un massimo di 4.000 euro per i modelli elettrici in caso di rottamazione.

Per i veicoli commerciali N1 e N2 nuovi di fabbrica ad alimentazione elettrica, l’Ecobonus varia tra 4.000 euro e 14.000 euro.

In sintesi, questa è la struttura degli incentivi che possono essere prenotati a partire dal 23 gennaio 2024, in attesa dell’emanazione del nuovo regolamento del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, volto a potenziare ulteriormente l’Ecobonus.

Ecobonus Auto 2024: incentivi su veicoli, moto e commerciali dal 23 gennaio

Le regole per l’accesso all’Ecobonus per auto, moto e veicoli commerciali rimangono invariate. Le prenotazioni inizieranno alle 10 del 23 gennaio 2024, riattivando il conteggio delle risorse disponibili, fissate dal DPCM del 6 aprile 2022 a un totale di 640 milioni di euro, distribuiti come segue:

  • 205 milioni di euro per l’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica, omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/Km CO2 e prezzo di listino pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • 245 milioni di euro per l’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica, omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/Km CO2 e prezzo di listino pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa;
  • 120 milioni di euro per l’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica, omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 61-135 g/Km CO2 e prezzo di listino pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • 5 milioni di euro per l’acquisto di veicoli di categoria da L1e a L7e nuovi di fabbrica non elettrici, con ulteriori 30 milioni di euro previsti per i veicoli delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e;
  • 15 milioni di euro per l’acquisto di veicoli di categoria da L1e a L7e nuovi di fabbrica elettrici;
  • 20 milioni di euro per l’acquisto di veicoli commerciali di categoria N1 e N2 nuovi di fabbrica ad alimentazione esclusivamente elettrica.
LEGGI ANCHE  Sconto contributivo forfettari 2024: scadenza imminente per richiederlo

Questo è il plafond disponibile per ciascuna categoria di veicolo incentivabile mediante l’Ecobonus 2024, in attesa del nuovo decreto annunciato dal MIMIT per rimodulare la struttura degli incentivi. La conferma proviene dalla circolare del 28 dicembre 2023.

Incentivi auto, moto e veicoli Commerciali 2024: guida all’Ecobonus per veicoli eco-friendly

Le risorse allocate per l’Ecobonus 2024 sono destinate all’acquisto di diverse categorie di veicoli, tra cui:

  • M1: Auto elettriche, ibride plug-in e a basse emissioni.
  • L1e e L7e: Motocicli e ciclomotori.
  • N1 e N2: Veicoli commerciali.

Gli incentivi, forniti sotto forma di sconto sul prezzo d’acquisto, variano in base alle emissioni del veicolo e all’opzione di rottamazione di veicoli più inquinanti già posseduti dall’acquirente.

Per l’acquisto di un’auto elettrica (M1 con emissioni 0-20 g/km) con un prezzo di listino fino a 35.000 euro, lo sconto può variare da 3.000 a 5.000 euro, a seconda della rottamazione di un veicolo di classe compresa tra Euro 0 e Euro 4, posseduto per almeno 12 mesi dall’acquirente o da un familiare convivente.

L’incentivo è leggermente inferiore per l’acquisto di auto ibride plug-in (M1 con emissioni 21-60 g/km) con un prezzo di listino di 45.000 euro più IVA, con uno sconto che va da 2.000 a 4.000 euro, a seconda della rottamazione di un veicolo Euro 0-4 posseduto per almeno 12 mesi.

Per l’acquisto di altre auto (M1 con emissioni 61-135 g/km) con un prezzo di listino fino a 35.000 euro più IVA, lo sconto massimo è di 2.000 euro.

Tabella incentivi 2024 per veicoli di categoria M1:

Livello di emissioni g/Km CO2Con rottamazione (euro)Senza rottamazione (euro)
0-205.0003.000
21-604.0002.000
61-1352.000ND

Per moto e scooter non elettrici, lo sconto massimo è di 2.500 euro, coprendo fino al 40% della spesa totale, mentre per i modelli elettrici, l’incentivo può arrivare a un massimo di 3.000 euro, coprendo il 30% del prezzo di vendita. Tale cifra può aumentare a 4.000 euro, pari al 40% del costo, nel caso di rottamazione.

LEGGI ANCHE  Assegno Unico febbraio 2024: date e importi

Incentivi 2024 per veicoli di categoria L1e

AlimentazioneCon Rottamazione di un Veicolo Euro 0-3*Senza Rottamazione
Elettrica40% del Prezzo d’Acquisto (Max € 4.000, IVA esclusa)30% del Prezzo d’Acquisto (Max € 3.000, IVA esclusa)
Non Elettrica40% del Prezzo d’Acquisto (Max € 2.500, IVA esclusa) – Sconto venditore obbligatorio del 5%ND

*Ovvero oggetto di ritargatura ai sensi del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 2 febbraio 2011 n.76, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 2 aprile 2011 (nel caso di locazione finanziaria da almeno 12 mesi).

Per i veicoli commerciali di categoria N1 e N2 nuovi di fabbrica ad alimentazione esclusivamente elettrica, con rottamazione di un veicolo Euro 0-4, alle piccole e medie imprese di trasporto sono riconosciuti i seguenti contributi:

Massa Totale a Terra (tonnellate)N1N2
0 – 1,5€ 4.000ND
1,51 – 3,5€ 6.000ND
3,51 – 7ND€ 12.000
7,1 – 12ND€ 14.000

Si ricorda che dopo la prenotazione, il caricamento della documentazione necessaria deve avvenire entro 180 giorni, pena la perdita del contributo e il ritorno delle risorse al Fondo.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.