Incentivi auto elettriche 2024: novità e proposte

Scopri le ultime iniziative del Governo per le auto elettriche.

Il 2024 si profila come un anno determinante per il settore dell’automobilismo elettrico in Italia. Con un crescente interesse verso la sostenibilità ambientale, il Governo italiano introduce incentivi auto elettriche per promuovere una mobilità più pulita e responsabile.

Queste misure includono una varietà di contributi diretti e innovative proposte come il leasing sociale, specificamente progettato per rendere l’accesso alle auto elettriche più facile e conveniente, soprattutto per le famiglie a reddito più basso.

Queste iniziative riflettono un impegno significativo verso la transizione ecologica nel trasporto, offrendo vantaggi sia ambientali che economici, e ponendo l’Italia all’avanguardia nella mobilità sostenibile.

Leasing sociale: come funziona?

Il leasing sociale per le auto elettriche è una delle novità più significative degli incentivi del 2024. Questa iniziativa, ispirata al modello francese, offre un’ottima opportunità per le famiglie a reddito più basso di guidare un veicolo elettrico o a basse emissioni.

Funziona permettendo l’acquisto in leasing di un’auto elettrica con un contributo statale che copre gran parte del canone mensile. In pratica, il leasing sociale rende l’accesso alle auto elettriche più economico e accessibile, favorendo una mobilità sostenibile e riducendo l’impatto ambientale. Questo meccanismo rappresenta un passo importante verso la transizione ecologica nel settore dei trasporti in Italia.

Contributi diretti per l’acquisto di auto elettriche e green

Nel 2024, il Governo italiano offre contributi diretti per incentivare l’acquisto di auto elettriche e green. Questi contributi, che variano a seconda del modello e delle caratteristiche del veicolo, rappresentano un’importante agevolazione finanziaria per gli acquirenti.

LEGGI ANCHE  Disoccupati 2024: tutte le forme di supporto disponibili

Gli incentivi sono progettati per ridurre il costo iniziale dell’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale, rendendo le auto elettriche più accessibili a un pubblico più ampio. Questa iniziativa rientra nell’ambito di una strategia più ampia per promuovere la mobilità sostenibile e ridurre le emissioni nocive in Italia.

Potrebbe essere che il contributo, come accaduto negli anni precedenti, venga erogato direttamente presso le concessionarie. Per ottenere l’incentivo, le concessionarie devono registrarsi sulla piattaforma Ecobonus, accessibile tramite questa pagina, e prenotare il bonus.

Inoltre, è importante che l’auto acquistata con l’incentivo venga immatricolata entro 180 giorni dalla prenotazione, altrimenti l’incentivo verrà perso. Tuttavia, i dettagli specifici sono ancora in fase di definizione e vi informeremo non appena saranno ufficializzati.

Requisiti per accedere agli incentivi

Per accedere agli incentivi auto elettriche nel 2024, gli interessati devono soddisfare alcuni criteri specifici:

  • Limite ISEE familiare. I candidati devono avere un reddito familiare ISEE entro una certa soglia, che varia a seconda dell’incentivo specifico.
  • Rottamazione veicolo inquinante. Per alcuni incentivi, è richiesta la rottamazione di un vecchio veicolo fino alla classe Euro 4.
  • Tipologia di veicolo acquistato. Gli incentivi possono variare a seconda del tipo di auto elettrica o green scelta, come veicoli ibridi plug-in o elettrici puri.

Questi requisiti assicurano che gli incentivi siano diretti a chi ne trae maggior beneficio, promuovendo la mobilità sostenibile e il passaggio a veicoli a minor impatto ambientale.

Ammontare e dettagli sugli incentivi previsti

Per quanto riguarda il leasing sociale per veicoli ecologici nel 2024 si prevedono canoni mensili oscillanti tra 75 e 125 euro, modulati in base all’ISEE del richiedente. I finanziamenti per tale iniziativa potrebbero provenire dai fondi residui dell’Ecobonus non utilizzati precedentemente.

LEGGI ANCHE  Bonus mamme lavoratrici 2024: a chi spetta e come richiederlo? FAQ

Riguardo ai contributi diretti per l’acquisto di veicoli ecologici nel 2024, gli importi previsti sono i seguenti:

  • 5.000 euro per le auto elettriche con rottamazione, e 3.000 euro senza;
  • 4.000 euro per le ibride plug-in con rottamazione, e 2.000 euro senza;
  • Per modelli a benzina, diesel, GPL, metano e ibridi non ricaricabili con emissioni fino a 135 g/km, 2.000 euro con rottamazione e 1.000 euro senza.

La vettura da rottamare deve essere registrata a nome dell’acquirente o di un suo familiare convivente da almeno un anno. In assenza di rottamazione, il contributo per le auto elettriche sarà di 3.000 euro e per le ibride plug-in di 2.000 euro. Non sono previsti aiuti per veicoli a motore endotermico. È probabile che nel 2024 il prezzo massimo delle auto elettriche e endotermiche non superi i 42.700 euro, e per le ibride plug-in i 54.900 euro.

Per le società di car sharing e autonoleggio, è possibile che nel 2024 vengano mantenuti gli stessi contributi del 2023:

  • 2.500 euro con rottamazione e 1.500 euro senza per le auto elettriche;
  • 2.000 euro con rottamazione e 1.000 euro senza per le ibride plug-in.

Da quando partiranno gli incentivi auto elettriche 2024

Potrebbe essere previsto l’avvio degli incentivi per le auto elettriche già all’inizio del 2024. Si sta considerando una sperimentazione del leasing sociale, mentre la procedura per l’erogazione dei contributi potrebbe essere accelerata.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore