Salute, bonus e agevolazioni 2024: la guida completa

Dal Bonus Psicologo alle detrazioni per la chirurgia estetica, una guida completa alle agevolazioni 2024 per migliorare la tua salute.

Le iniziative per migliorare l’assistenza fisica e psicologica dei cittadini nel 2024 sono varie e mirate. Tra queste, alcune sono strettamente legate all’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee), mentre altre sono accessibili a tutti. Scopriamo insieme le diverse misure e i bonus messi in campo per garantire una migliore assistenza alle problematiche di salute.

Bonus Psicologo

Un importante sostegno per chi affronta difficoltà psicologiche è il Bonus Psicologo, un’iniziativa nata in seguito alla pandemia e prorogata per il 2024. Questo bonus è destinato a coloro che possiedono un Isee inferiore a 50mila euro. L’importo varia in base al reddito del richiedente, con un massimo di 1.500 euro per Isee inferiore a 15mila euro, 1.000 euro per Isee tra 15mila e 30mila euro, e 500 euro per Isee tra 30mila e 50mila euro. Un vero aiuto economico che può raggiungere fino a 50 euro a seduta.

Detrazione chirurgia estetica

Il decreto Anticipi ha esteso la detrazione Iva per i servizi sanitari a carattere estetico con finalità terapeutiche. Questo beneficio è rivolto a chi necessita di interventi chirurgici legati alla salute o procedure diagnostiche o terapeutiche. Le spese mediche rientranti nella detrazione includono quelle associate alla chirurgia per il ripristino della salute e funzionalità della persona, nonché correzioni di inestetismi causati da condizioni come malattie tumorali o incidenti.

Detrazione spese sanitarie

Tutti i cittadini possono beneficiare di una detrazione del 19% dall’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef) per le spese sanitarie sostenute per sé e per i familiari a carico. Questo include visite mediche, esami, e l’acquisto di farmaci e dispositivi medici. Una misura che rende più accessibili le cure mediche a tutti.

LEGGI ANCHE  Politiche attive per il lavoro: quali sono e come funzionano

Esenzione Ticket

Per le prestazioni sanitarie che richiedono il pagamento di un ticket, diverse categorie di cittadini possono usufruire dell’esenzione. Questa include situazioni di reddito legate all’età o alla condizione sociale, specifiche patologie croniche o rare, riconoscimento dello stato di invalidità, gravidanza, diagnosi precoce di alcuni tumori, e accertamento dell’HIV. Tuttavia, il pagamento del ticket è previsto per alcune prestazioni erogate in Pronto Soccorso ospedaliero classificate come “bianco”.

Buoni spesa celiachia

Le persone affette da celiachia, costrette a seguire una dieta senza glutine dai costi spesso elevati, possono beneficiare di buoni spesa dedicati. Un supporto economico che contribuisce a rendere più accessibili i prodotti alimentari adatti a questa condizione.

Fondo disturbi alimentari

Il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha annunciato un rifinanziamento di 10 milioni di euro per il Fondo per il Contrasto dei Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione. Questa iniziativa si tradurrà in 16 nuove prestazioni di specialistica ambulatoriale gratuite, previste per essere disponibili nei prossimi mesi, possibilmente da aprile.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.