Bonus IRES per assunzioni 2024: cosa devi sapere

Scopri tutto quello che c'è da sapere sul Bonus IRES per le assunzioni del 2024.

Il bonus IRES per le assunzioni 2024 introduce un incentivo significativo per le aziende, promuovendo l’occupazione a tempo indeterminato con condizioni vantaggiose. Scopriamo insieme le regole e le modalità per accedere a questa opportunità.

Introduzione al Bonus IRES assunzioni 2024

Il Decreto Legislativo 126/2023 ha introdotto un incentivo sotto forma di maxi deduzione IRES per il 2024, al fine di stimolare le nuove assunzioni a tempo indeterminato. Le aziende avranno la possibilità di beneficiare di una deduzione incrementata dall’IRES pari al 120 o 130% dei costi per il personale aggiuntivo. I dettagli operativi sono attualmente in fase di definizione, come annunciato dal viceministro dell’Economia, e sono previsti per essere pubblicati a breve.

Chi può beneficiare del bonus?

Esaminiamo attentamente chi può effettivamente beneficiare di questa iniziativa:

  1. Aziende che assumono a tempo indeterminato nel 2024: Questa misura mira a incentivare le aziende che creano occupazione stabile nel corso dell’anno.
  2. Categorie lavorative svantaggiate: L’iniziativa prevede un sostegno particolare per le categorie lavorative tradizionalmente considerate svantaggiate, come giovani, donne e persone con disabilità. Questa inclusione mira non solo a promuovere l’uguaglianza di opportunità sul luogo di lavoro, ma anche a valorizzare la diversità come risorsa. L’incremento fino al 130% del costo del lavoro per queste categorie riflette un impegno tangibile per superare le disparità esistenti e promuovere una società più equa e inclusiva.

È importante notare che le società in liquidazione o in crisi d’impresa necessitano di misure di sostegno specifiche volte a risolvere le loro difficoltà finanziarie e operative, pertanto, sono escluse dalla possibilità di accedere all’incentivo.

LEGGI ANCHE  Bonus psicologo 2024: come regolarizzare l'ISEE per accedervi

Dettagli operativi della Maxideduzione

Il calcolo della deduzione si basa sull’incremento netto del costo del personale, considerando il valore minore tra il costo effettivo dei nuovi assunti e l’aumento complessivo del costo del personale. Questo approccio mira a garantire un’equa gestione dell’incentivo.

Le dichiarazioni del viceministro e l’opportunità per il 2024

Il viceministro dell’Economia ha confermato che l’agevolazione sarà applicabile per le assunzioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2024, anche in assenza del decreto di attuazione definitivo. Questo rende il bonus un’opportunità imperdibile per i datori di lavoro desiderosi di espandere il proprio organico e promuovere l’inclusione.

Conclusioni: Il bonus IRES per le assunzioni 2024 rappresenta una chance per le aziende di ridurre il carico fiscale associato all’incremento del personale, supportando contemporaneamente l’ingresso nel mondo del lavoro di soggetti svantaggiati. Mentre si attendono le istruzioni definitive, le aziende possono già iniziare a pianificare la propria strategia di assunzione per sfruttare al meglio questo incentivo.

Per rimanere aggiornati sulle novità fiscali e su altri bonus e incentivi, visita la sezione dedicata sul nostro sito.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore