IDIS indennità di discontinuità spettacolo: guida completa ai contributi

Scopri tutto sull'IDIS, l'indennità di discontinuità spettacolo: beneficiari, modalità operative e contributi.

Introduzione all’indennità di discontinuità spettacolo IDIS

A partire dal 1° gennaio 2024, entra in vigore l’indennità di discontinuità spettacolo IDIS, un nuovo ammortizzatore sociale volto a supportare i lavoratori del settore dello spettacolo, contraddistinto da una marcata frammentarietà lavorativa. Questa misura sostituisce l’attuale indennità ALAS per i lavoratori autonomi di questo settore, secondo quanto stabilito dal decreto legislativo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 novembre 2023.

Beneficiari e modalità operative dell’IDIS

Destinatari di questa indennità sono i lavoratori dello spettacolo, inclusi quelli impegnati direttamente o indirettamente nella produzione e realizzazione di spettacoli. I criteri di ammissione e i specifici requisiti sono delineati dal D.LGS 175/2023, comprendendo aspetti relativi alla cittadinanza, residenza, reddito IRPEF, contributi al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo e altro ancora.

Inquadramento dei contributi per l’indennità di discontinuità

Ogni lavoratore e datore di lavoro del settore dello spettacolo è soggetto a specifici obblighi contributivi a partire dal 2024. Questi includono:

  • Un contributo 1% a carico dei datori di lavoro o committenti;
  • Contributo di solidarietà dello 0,50% della retribuzione eccedente il massimale contributivo annuo, da versare dai lavoratori;
  • Riduzione dell’aliquota per il contributo addizionale NASpI al 1,1% per i lavoratori subordinati a tempo determinato;
  • Cessazione dell’obbligo di versamento del contributo ALAS per i lavoratori autonomi, incluso il settore musicale, a partire dal 1° gennaio 2024.

Approfondimenti sui cambiamenti nei contributi sono disponibili nella circolare completa n. 56/2024 dell’INPS.

Compilazione Uniemens per l’IDIS

Le procedure relative alla compilazione del modulo Uniemens vennero specificate dall’INPS, dirigendosi a vari profili lavorativi inclusi i lavoratori autonomi e subordinati a tempo determinato. Queste istruzioni applicabili per il periodo a partire da gennaio 2024 stabiliscono i codici tipo lavoratore da utilizzare e come gestire eventuali scostamenti nelle denunce attraverso emissioni di Note di Rettifica.

Conclusioni

L’introduzione dell’indennità di discontinuità spettacolo (IDIS) segna un passo importante nell’assistenza dei lavoratori di uno dei settori più frammentati e precari. Grazie ai dettagliati regolamenti contributivi e procedurali messi a punto dall’INPS, i datori di lavoro e i lavoratori dello spettacolo possono navigare con più sicurezza in questa novità legislativa.

LEGGI ANCHE  Bonus agrivoltaico: domande aperte dal 4 Giugno 2024

Per maggiori informazioni e per rimanere aggiornati sulle ultime novità, visita la sezione dedicata alle news sul nostro sito.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore