Bonus pedaggi autostradali 2023: come funziona

Richiesta del bonus per la riduzione dei pedaggi autostradali nel trasporto su strada: come funziona e come fare domanda nel 2023.

Dal 5 giugno 2023 sarà possibile presentare le istanze per ottenere il bonus per la riduzione dei pedaggi autostradali per il trasporto su strada, che può arrivare fino al 13% per i passaggi effettuati nel corso del 2022.

Questo meccanismo di sconto è rivolto alle imprese che svolgono servizi di trasporto su strada per conto di terzi, ma possono usufruirne anche le cooperative, i consorzi, le società consortili e i raggruppamenti che operano nello stesso settore.

In questa guida verrà spiegato come funziona il bonus dei pedaggi autostradali per il trasporto su strada, qual è l’importo dello sconto e come fare richiesta nel corso del 2023.

Bonus sui pedaggi autostradali: dal 1 al 13%.

Il bonus sui pedaggi autostradali è un meccanismo di sconto compensativo destinato a chi lavora nel settore del trasporto su strada. Ogni anno, coloro che operano in questa industria e attraversano i caselli autostradali hanno diritto a una riduzione percentuale che va dal 1 al 13%. La percentuale varia in base al tipo di veicolo utilizzato e al fatturato aziendale.

Per il 2023, lo sconto sarà valido per i transiti effettuati dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, con veicoli appartenenti a specifiche classi ecologiche e che sono di proprietà o a disposizione per l’esercizio delle attività di trasporto su strada.

L’agevolazione è stata introdotta dalla Legge 26 febbraio 1999, n. 40 e successivamente dalla Legge 23 dicembre 2014, n. 190  Legge 23 dicembre 2014, n. 190, che ha istituito un fondo per sostenere il trasporto su strada. Il Ministro Salvini ha annunciato in un comunicato stampa che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha stanziato 148 milioni di euro per il bonus relativo al 2023. Tuttavia, le richieste per questa tranche saranno aperte solo nel 2024.

LEGGI ANCHE  Assegno Unico 2024: a quale genitore conviene fare domanda

La gestione dello sconto per i trasportatori su strada è affidata al Comitato centrale per l’Albo degli autotrasportatori. La Delibera 4 maggio 2023 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha definito i criteri per il bonus relativo ai transiti del 2022, che può essere richiesto nel corso del 2023 per ottenere la riduzione dei pedaggi autostradali. Vediamo a chi spetta e come funziona.

I beneficiari

Le riduzioni dei pedaggi autostradali per il trasporto su strada possono essere richieste dalle seguenti categorie di soggetti, che soddisfano i requisiti seguenti alla data del 31 dicembre 2021 e nel corso dell’anno 2022:

  1. Imprese: devono essere iscritte all’Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che svolgono il trasporto su strada per conto di terzi. Coloro che si sono iscritti successivamente al 1° gennaio 2022 possono richiedere le riduzioni solo per i viaggi effettuati dopo la data di iscrizione.
  2. Cooperative, consorzi o società consortili: devono essere iscritti all’Albo nazionale degli autotrasportatori e avere come oggetto l’attività di trasporto su strada. Coloro che si sono iscritti successivamente al 1° gennaio 2022 possono richiedere le riduzioni solo per i viaggi effettuati dopo la data di iscrizione.
  3. Imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi o raggruppamenti con sede in uno dei Paesi dell’Unione Europea: devono essere titolari di una licenza comunitaria rilasciata in conformità al regolamento CE n. 1072/2009 del 21 ottobre 2009. Questo si applica anche alle imprese con sede in Svizzera e titolari di una licenza svizzera emessa in conformità all’accordo CE/Svizzera del 21/06/1999, nonché alle imprese con sede in Inghilterra e titolari di una licenza inglese emessa in conformità al regolamento CE 1072/2009. I titolari delle licenze rilasciate successivamente al 1° gennaio 2022 possono richiedere le riduzioni solo per i viaggi effettuati dopo la data di rilascio di tali licenze.
  4. Imprese o raggruppamenti con sede in Italia che esercitano l’attività di autotrasporto in conto proprio: devono essere titolari di una licenza in conto proprio ai sensi dell’articolo 32 della Legge 6 giugno 1974, n. 298. I titolari delle licenze rilasciate successivamente al 1° gennaio 2022 possono richiedere le riduzioni solo per i viaggi effettuati dopo la data di rilascio di tali licenze.
  5. Imprese o raggruppamenti con sede in un Paese dell’Unione Europea, Svizzera o Inghilterra che esercitano l’attività di autotrasporto in conto proprio.
LEGGI ANCHE  Legge 104, diritti disabili e familiari: novità, agevolazioni e tutele 2024

Come funzionano gli sconti pedaggi autostradali

Nel 2023, il bonus delle riduzioni dei pedaggi autostradali è valido per i transiti effettuati dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, utilizzando veicoli di proprietà o a disposizione adibiti al trasporto su strada di merci e che rientrano in specifiche classi ecologiche.

Quando si ha diritto al bonus pedaggi autostradali? Secondo la Delibera del 4 maggio 2023, le modalità per beneficiare dello “sconto” sono le seguenti:

  • I transiti devono essere effettuati con veicoli di proprietà o a disposizione;
  • I veicoli devono essere destinati al trasporto su strada di merci.

Inoltre, tali veicoli devono rispettare le seguenti caratteristiche:

  • Appartenere alla classe ecologica Euro V, Euro VI o superiore;
  • Avere un’alternativa di alimentazione o essere veicoli elettrici.

Infine, i veicoli devono rientrare nelle seguenti classi di sistema di classificazione per il calcolo del pedaggio:

  • Classi B, 3, 4 o 5 se basato sul numero di assi e sulle dimensioni del veicolo;
  • Classi 2, 3 o 4 se basato sul volume.

È importante notare che, come precisato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), le procedure automatizzate di verifica e calcolo delle stime si completeranno in tempo per effettuare i pagamenti delle riduzioni entro la fine di settembre o ottobre. Nel 2024 saranno invece disponibili le riduzioni relative ai transiti del 2023, attualmente finanziate con 148 milioni di euro dal MIT.

L’ammontare del bonus

Il bonus applicato ai pedaggi autostradali corrisponde a una percentuale variabile compresa tra l’1% e un massimo del 13%, a seconda dei mezzi utilizzati e del fatturato dell’azienda.

Tuttavia, oltre al limite del 13%, i costi possono beneficiare di ulteriori riduzioni, proporzionali al volume del fatturato annuale, se i transiti avvengono nelle ore notturne. Questa riduzione si applica agli ingressi in autostrada dopo le ore 22:00 e prima delle ore 2:00, oppure alle uscite prima delle ore 6:00. Tale riduzione è concessa alle imprese che hanno generato almeno il 10% del loro fatturato aziendale dai pedaggi sostenuti in queste fasce orarie notturne.

LEGGI ANCHE  Bonus sponsorizzazioni sportive 2024: come ottenere il credito d'imposta

Come richiedere il bonus

Per richiedere la riduzione dei pedaggi autostradali nell’autotrasporto, è necessario accedere al portale dedicato all’interno dell’area riservata disponibile su questa pagina. Qui è presente l’applicativo informatico “Pedaggi” che permette di prenotare la domanda e completare la relativa procedura per ottenere la riduzione dei pedaggi autostradali. Questa procedura si compone di due fasi distinte:

  1. PRENOTAZIONE DELLA DOMANDA: Per accedere, è necessario registrarsi sullo stesso portale utilizzando la procedura attivabile tramite l’indirizzo fornito. La prenotazione della domanda può essere effettuata dalle 9:00 del 5 giugno 2023 alle 14:00 dell’11 giugno 2023. Solo coloro che hanno inviato la domanda di prenotazione potranno accedere alla fase 2.
  2. INSERIMENTO DEI DATI E INVIO DELLA DOMANDA: L’inserimento dei dati relativi alla domanda, la firma e l’invio possono essere effettuati su questa pagina a partire dalle 9:00 del 26 giugno fino alle 14:00 del 21 luglio 2023. Si dovranno seguire le regole operative presenti nel manuale disponibile all’indirizzo indicato a partire dal 5 giugno. Si ricorda che la presentazione della domanda richiede il pagamento dell’imposta di bollo tramite il sistema PagoPA.

Scadenze

Il periodo per presentare domanda per il bonus dei pedaggi nell’autotrasporto va dalle 9:00 del 5 giugno 2023 alle 14:00 del 21 luglio 2023.

Altri bonus

Per conoscere tutti gli aiuti per aziende e famiglie, ti invitiamo a consultare la nostra sezione dedicata ai “bonus alle imprese”.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.