Concorso INDIRE 2023 per collaboratori amministrativi e tecnici: come candidarsi

Il termine di invio per la scadenza è fissata al 6 novembre

E’ uscito il concorso INDIRE 2023 che mira a selezionare collaboratori amministrativi e tecnici. L’’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa seleziona allora nuovo personale per potenziare il suo organico. L’obiettivo della selezione è quello di formare graduatorie per assunzioni a tempo indeterminato perf entrambi i profili ricercati. Per candidarsi c’è tempo fino al 6 novembre 2023.

Requisiti generali

Per questo concorso rivolto a diplomati, occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o possesso dei requisiti previsti dall’articolo 38, commi 1, 2 e 3-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
  • età non inferiore agli anni diciotto
  • godimento dei diritti civili e politici
  • essere in regola con le norme concernenti gli obblighi militari per i cittadini soggetti a tale obbligo
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché destituiti o dispensati dall’impiego
    presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, in forza di norme di settore, o licenziati per le medesime ragioni ovvero per motivi disciplinari ai sensi della vigente normativa di legge o contrattuale, o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile, nonché per aver riportato condanne con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione. In caso di procedimenti penali in corso, procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione o precedenti penali a proprio carico iscrivibili nel casellario giudiziale, ai sensi dell’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313, il candidato ne deve dare notizia al momento della candidatura, precisando la data del provvedimento e l’autorità giudiziaria che lo ha emanato o quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale
  • idoneità psico-fisica a svolgere le mansioni secondo il profilo di partecipazione
  • conoscenza, adeguata al profilo opzionato, della lingua inglese
  • idonea conoscenza dei linguaggi e degli strumenti informatici più diffusi
LEGGI ANCHE  Ales seleziona addetti segreteria nei beni culturali

I requisiti specifici sono invece legati al titolo di studio richiesto per ciascun profilo e consultabili sul bando ufficiale.

Prove

I candidati dovranno affrontare due prove: una scritta e una orale che potrà svolgersi anche in modalità telematica. Le materie oggetto di esame sono elencate sul bando. Nel caso in cui il numero delle domande fosse molto elevato verrà istituita una prova preselettiva.

Come candidarsi

Gli aspiranti candidati dovranno candidarsi accendo a questa pagina e scegliendo il profilo di interesse. Per accedere alla piattaforma è fondamentale autenticarsi mediante SPID, CIE, CNS o credenziali eIDAS. In questa sezione, inoltre, sarà possibile consultare tutti i concorsi attualmente in essere.

Come prepararsi

La preparazione per un concorso è importante per aumentare le possibilità di passare la selezione. Ecco perché la scelta dei libri su cui prepararsi gioca un ruolo chiave. I manuali Edizioni Simone aiutano i candidati a prepararsi nel modo migliore per un concorso: potete consultare tutti i libri utili a questa pagina.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -

Annunci di lavoro

Banner newsletter_ (900 × 600 px)
Autore
Maris Matteucci
Maris Matteuccihttps://www.circuitolavoro.it/
Giornalista pubblicista, amo leggere e scrivere, adoro gli animali e la natura, mi piacciono tantissimo i bambini. Vivo col sorriso perché, specialmente da quando ho superato i 40 anni, ho ancora più chiaro, in testa, un concetto: che la vita è troppo breve per passarla ad essere arrabbiati. Questa sono io.