Come superare un concorso pubblico, segui i nostri consigli

Come studiare per un concorso pubblico: strategie di studio, simulazioni e materiali di preparazione per raggiungere la sicurezza lavorativa nel settore pubblico.

L’impiego nel settore pubblico presenta svariati benefici dal punto di vista della carriera, dei contratti e dell’aspetto economico. Tuttavia, come ci si può preparare per i concorsi pubblici?

Superare le prove scritte e orali rappresenta l’ostacolo principale che separa i potenziali lavoratori del settore pubblico dalla sicurezza di un impiego statale. I concorsi non sono insormontabili, ma richiedono un grande impegno nello studio e nella concentrazione. È necessario acquisire il materiale adeguato, individuare la strategia più efficace per facilitare la memorizzazione, organizzare il proprio tempo e gestire l’ansia.

Con poche precauzioni, è possibile arrivare preparati al fatidico giorno della selezione.

Scopri come prepararsi per un concorso e la strategia di studio

La gestione del tempo può diventare un avversario formidabile quando ci si prepara per superare un concorso. Il primo passo è evitare di aspettare la comunicazione della data della prova per iniziare a studiare. Di solito, passa un certo periodo di tempo dalla pubblicazione del bando alle date del concorso. Pertanto, è fondamentale iniziare a studiare immediatamente dopo aver inviato la richiesta di partecipazione.

Il primo passaggio consiste nel valutare la quantità di materiale da studiare. Successivamente, bisogna procurarsi un calendario e pianificare un programma, stabilendo i giorni dedicati allo studio e il numero di ore disponibili ogni giorno. A questo punto, è possibile suddividere il materiale, decidendo cosa studiare ogni giorno e quanto dedicarvi.

Alcuni concorsi prevedono delle selezioni preliminari. Quando ci sono molti candidati, vengono inclusi test a risposta multipla. Questi quiz servono a scremare i partecipanti, permettendo solo a coloro che superano il test di accedere al concorso effettivo. Oltre allo studio sui manuali, è consigliabile, dunque, esercitarsi con simulatori online. Si tratta di prove a tempo in cui è fondamentale sia studiare che abituarsi a rispondere in pochi secondi.

LEGGI ANCHE  Guida al Modello 770 2024: scadenze, compilazione, principali novità

Per evitare che la memoria ci inganni, è utile studiare e ripassare contemporaneamente. In questo modo, i concetti rimangono più impressi rispetto al classico metodo del ripasso finale. Prima di iniziare a studiare nuovi argomenti, basta dedicare un po’ di tempo al ripasso.

Infine, anche lo studio con altri candidati può accelerare notevolmente la preparazione. È estremamente utile creare gruppi di studio con cui fare ripassi e, soprattutto, affrontare gli argomenti più difficili. Se qualcosa risulta poco chiaro, infatti, si rischia di perdere tempo prezioso nel tentativo di risolvere da soli le incertezze. Studiare in compagnia permette di contare sugli altri per risolvere i propri dubbi e, contemporaneamente, di svolgere il ruolo di risolutore per gli altri partecipanti del gruppo di studio.

Simulare lo svolgimento del concorso pubblico è importante

L’ultimo consiglio per prepararsi ai concorsi pubblici riguarda l’utilizzo delle simulazioni. I concorsi hanno regole ben precise, tra cui il rispetto del tempo. La preparazione è fondamentale, ma è altrettanto importante essere in grado di completare le prove entro i tempi stabiliti. La simulazione del concorso aiuta ad allenarsi nel rispettare il tempo previsto, aiutando a gestire l’ansia.

In particolare, le simulazioni sono cruciali nei quiz a risposta multipla. Per ottenere il punteggio necessario per superare la prova, è necessario esercitarsi nel ragionare velocemente. Spesso la risposta non viene immediatamente e la memoria deve essere aiutata dal ragionamento. Utilizzando un cronometro, è consigliabile simulare il maggior numero possibile di quiz, poiché più si pratica, maggiormente aumenterà il punteggio.

Per una preparazione ottimale, è importante disporre di tutto il materiale necessario, inclusi i manuali e le prove dei concorsi precedenti della stessa tipologia. Dare un’occhiata ai materiali delle prove precedenti è utile per avere un’idea più dettagliata del concorso.

LEGGI ANCHE  Assegno unico, sms INPS su domande decadute: risposte e prossimi pagamenti

Recentemente, l’INPS ha annunciato nuovi bandi per l’assunzione di circa 9.000 unità, principalmente rivolti a laureati. Tuttavia, ci saranno anche alcune assunzioni riservate a coloro che possiedono “solo” il diploma: il concorso INPS 2023 per 585 diplomati è molto atteso, poiché tutte le assunzioni saranno a tempo indeterminato.

Il manuale Concorsi INPS 2023 con le materie comuni, di Edizioni Simone, è rivolto a coloro che intendono iniziare la preparazione per il concorso previsto dall’INPS nel 2023, basandosi sui programmi dei concorsi precedenti per i diversi profili ricercati dall’INPS.

Il libro offre un approfondimento teorico sulle materie comuni, quali:

  • Diritto del lavoro;
  • Legislazione sociale;
  • Diritto amministrativo;
  • Contabilità pubblica e Informatica;
  • un quiz sulla lingua inglese tramite software.

Inoltre, il manuale Concorsi INPS include molteplici risorse online, tra cui spiegazioni semplificate per chi non ha mai studiato diritto, approfondimenti e un software che consente di esercitarsi con infinite simulazioni in vista delle prove d’esame.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Valerio Mainolfi
Valerio Mainolfi
Specializzato in comunicazione e marketing, amante della scrittura creativa, navigo costantemente tra ambizioni future e sfide del nostro tempo, agganciato all’evoluzione illogica del mio essere.