Aumentano le indennità per le vittime di infortuni sul lavoro: nuovi importi per il 2024

Scopri gli aumenti delle indennità per le vittime di infortuni sul lavoro nel 2024. Tutti i nuovi importi e le modalità di richiesta secondo il decreto del Ministero del Lavoro.

Gli importi delle indennità una tantum destinate alle famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro subiranno un significativo incremento nel 2024. Secondo il recente decreto del Ministero del Lavoro, i ristori concessi ai familiari potranno superare i 28.000 euro, offrendo un sostegno economico più consistente rispetto agli anni precedenti.

L’intervento del Ministero del Lavoro

Il decreto n. 62/2024 del Ministero del Lavoro stabilisce i nuovi importi delle prestazioni del Fondo di sostegno per le famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro. Questo fondo, istituito dalla legge n. 296 del 2006, ha l’obiettivo di fornire un aiuto economico ai familiari dei lavoratori che perdono la vita durante lo svolgimento della loro attività professionale. Grazie al rifinanziamento previsto dal recente decreto lavoro, le indennità per il 2024 sono state ulteriormente aumentate rispetto al passato.

I nuovi valori delle indennità

Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024, le famiglie delle vittime di infortuni sul lavoro potranno beneficiare di importi più elevati. La tabella seguente riassume i nuovi valori per il 2024, evidenziando l’incremento rispetto all’anno precedente:

TipologiaNumero superstitiImporti 2024Importi 2023
A110.265,35 €9.000 €
B216.449,29 €14.000 €
C322.633,23 €19.000 €
DPiù di 328.817,17 €24.000 €

Le categorie di beneficiari

L’indennità una tantum erogata dall’INAIL è proporzionata al numero dei componenti del nucleo familiare e spetta a specifiche categorie di familiari: coniugi, figli legittimi, naturali, riconosciuti o riconoscibili, adottivi fino al 18° anno di età (o fino a 26 anni se studenti universitari, e senza limiti di età in caso di inabilità permanente). In assenza di coniugi o figli, l’indennità può essere destinata ai genitori o ai fratelli e sorelle, se conviventi o a carico del lavoratore deceduto.

LEGGI ANCHE  Bonus trasporti da 500 euro: rinnovo, requisiti e scadenze

La dotazione finanziaria

Per il 2024, la Legge di Bilancio prevede una dotazione di circa 10,5 milioni di euro per il Fondo di sostegno, a cui si aggiunge un avanzo di gestione di 1.888.465 euro comunicato dall’INAIL. La somma complessiva a disposizione per le indennità è quindi di 12,3 milioni di euro.

Modalità di richiesta dell’indennità

La richiesta dell’indennità può essere presentata dai familiari direttamente presso gli sportelli territoriali dell’INAIL, oppure inviata tramite posta ordinaria o PEC. È possibile anche rivolgersi ai patronati per ottenere assistenza nella compilazione e presentazione della domanda.

Conclusioni

L’aumento degli importi delle indennità per le vittime di infortuni sul lavoro rappresenta un passo importante verso un maggiore sostegno economico alle famiglie colpite da tragedie sul posto di lavoro. Grazie agli aggiornamenti previsti per il 2024, il sistema di welfare italiano dimostra un impegno concreto nel garantire un aiuto tangibile a chi si trova a dover affrontare la perdita di un familiare in circostanze drammatiche.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore