Concorso Ministero Giustizia 2023 per 249 operatori Categorie Protette

Scopriamo i requisiti utili per poter avanzare la candidatura

Segnaliamo un importante concorso al Ministero Giustizia 2023 per 249 operatori Categorie Protette che potranno così trovare occupazione in tutta Italia, visto che la distribuzione delle varie risorse riguarderà tutto il territorio nazionale. Ecco di seguito tutte le informazioni utili per poter partecipare alla selezione.

Distribuzione dei posti

Le regioni interessate alla selezione per Categorie Protette sono: Abruzzo (6 posti), Basilicata (4 posti), Calabria (20 posti), Campania (21 posti), Emilia Romagna (14 posti), Friuli Venezia Giulia (1 posto), Lazio (54 posti), Liguria (3 posti), Lombardia (47 posti), Marche (5 posti), Piemonte (13 posti), Puglia (21 posti), Sicilia (24 posti), Toscana (10 posti), Umbria (5 posti) e Valle d’Aosta (1 posto)

Requisiti

  • dimostrare di aver assolto l’obbligo scolastico
  • possedere la cittadinanza italiana ovvero la cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea (sono ammessi altresì i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro, ma che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Per i soggetti di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all’articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n. 174)
  • essere in possesso del requisito delle qualità morali e di condotta irreprensibili previsto dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
  • fare parte dell’elettorato attivo
  • non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente, insufficiente rendimento ovvero non deve essere stato dichiarato decaduto da altro impiego statale ai sensi dell’articolo 127, lettera d), del testo unico approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3 oppure non deve essere stato licenziato ai sensi dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti della pubblica amministrazione
  • possedere l’idoneità allo svolgimento delle mansioni specifiche nell’area degli Operatori di cui al CCNL Comparto Funzioni centrali – triennio 2019/2021 di cui al vigente ordinamento professionale in calce riportato
LEGGI ANCHE  Certificazioni informatiche: nuovi riferimenti per le Graduatorie ATA terza fascia 2024

Come candidarsi

Non c’è una modalità di candidatura per il concorso Ministero Giustizia 2023 per 249 operatori Categorie Protette.  L’avvio del processo di selezione sarà infatti curato dal centro per l’impiego competente territorialmente. Per leggere l’intero testo del provvedimento gli interessati potranno cliccare su questo link.

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -
Ultimi articoli
Autore
Maris Matteucci
Maris Matteuccihttps://www.circuitolavoro.it/
Giornalista pubblicista, amo leggere e scrivere, adoro gli animali e la natura, mi piacciono tantissimo i bambini. Vivo col sorriso perché, specialmente da quando ho superato i 40 anni, ho ancora più chiaro, in testa, un concetto: che la vita è troppo breve per passarla ad essere arrabbiati. Questa sono io.