inPA Portale unico del reclutamento

Il portale inPA funge da ponte tra la domanda e l'offerta di lavoro nel settore pubblico

inPA è il portale per il reclutamento del personale della PA rivolto a cittadini e Pubbliche Amministrazioni, nato con l’obiettivo di migliorare la qualità del reclutamento della Pubblica Amministrazione attraverso un sistema innovativo digitale che semplifica e velocizza l’incontro tra domanda e offerta di lavoro pubblico. Scopriamo di più!

Funzionalità del Portale inPA

La funzione del portale reclutamento PA è quella di incrociare domanda e offerta nel settore del lavoro pubblico. Un’opportunità volta alla digitalizzazione per garantire selezioni trasparenti in tutti i settori delle PA.

Sul portale inPA ad oggi vengono pubblicate:

  • le selezioni di professionisti ed esperti comprese le procedure straordinarie di reclutamento previste nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR);
  • i concorsi pubblici di tipo ordinario. L’obbligo vale per le Pubbliche Amministrazioni Centrali e – dal 14 luglio 2023 – anche per gli Enti pubblici Locali, Università, ASL e tutte le altre amministrazioni che prima avevano l’obbligo di pubblicare il bando in Gazzetta Ufficiale;
  • le selezioni indette da Formez PA, sia riferite ai concorsi, sia riferite alle assegnazioni di incarichi (contratti di lavoro autonomo);
  • gli avvisi di mobilità. Le amministrazioni pubbliche possono ricoprire posti vacanti in organico, mediante passaggio diretto di dipendenti con una qualifica corrispondente e in servizio presso altre amministrazioni, attraverso la procedura di mobilità volontaria.

Come Registrarsi sul Portale inPA

Per accreditarsi al portale inPA bisogna andare sul sito www.inpa.gov.it, cliccare sul link  “Registrati” presente in home page e accedere con una di queste tre modalità:

  • SPID
  • CIE, Carta d’Identità Elettronica
  • CNS, Carta Nazionale dei Servizi
LEGGI ANCHE  BCE taglia i tassi d'interesse a Giugno 2024: l'impatto sulle rate del mutuo

Come procedere? L’utente deve inserire i dati di accesso del proprio identity provider e confermare la propria identità in maniera specifica. Una volta confermata con la procedura a due fattori (con approvazione via sms, e-mail o app dedicata), prima di accedere all’area personale è obbligatorio accettare le seguenti clausole mettendo un flag su:

  • Confermo di aver letto e ben compreso l’informativa sul trattamento dei dati
  • Rilascio dichiarazione sostitutiva di certificazione e/o atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n° 445 del 28/12/2000 e s.m.i. – Testo Unico delle disposizioni amministrative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa
  • Dichiaro di essere consapevole che, in caso di dichiarazioni non veritiere, verranno applicate le sanzioni penali previste e la decadenza dal beneficio ottenuto sotto la mia personale responsabilità (artt. 75 e 76 D.P.R n° 445 del 28/12/2000 e s.m.i.)

A questo punto si accede all’area riservata personale del portale inPA dove ogni cittadino può inserire i propri dati, il percorso formativo con titoli di studio, le specializzazioni, le esperienze professionali nel pubblico e nel privato, i titoli di preferenza e il bilancio delle competenze compilando i form appositamente predisposti.

In caso di errore, è possibile modificare quanto già inserito. Tutti i campi segnalati con asterisco devono essere obbligatoriamente compilati altrimenti non è possibile salvare le informazioni.

Come Trovare i Concorsi su inPA

Per trovare i concorsi sul portale inPA, e anche le altre selezioni disponibili, bisogna andare in home page del sito www.inPA.gov.it e scorrere in basso finché si incontra la mappa dell’Italia che permette di effettuare una ricerca per Regione. A fianco della mappa e disponibile un form che permette di effettuare una ricerca utilizzando appositi filtri.

LEGGI ANCHE  Come delegare l'accesso ai servizi online INPS: guida completa

Sezioni Bandi e Avvisi Portale Reclutamento PA

Per verificare i bandi disponibili in via ordinaria e straordinaria nelle Pubbliche Amministrazioni vi sono delle specifiche sezioni all’interno del portale del reclutamento PA del Ministero raggiungibili dalla pagina Bandi e avvisi.

Il cittadino interessato può monitorare un bando concorsuale inserire il proprio curriculum in un apposito form, se si vuol fare domanda e se si è in possesso dei titoli richiesti.

Le categorie del sito della sezione Bandi e Avvisi sono:

  • concorsi ordinari;
  • concorsi DFP – Formez PA;
  • avvisi di mobilità;
  • selezione professionisti ed esperti e procedure PNRR;
  • tirocini formativi e dottorati (in via di attivazione).

Banca dati di Esperti e Professionisti

Sul portale del reclutamento è attiva anche un vera e propria banca dati dei professionisti. Grazie a una serie di accordi fatti dal Ministero in tal senso. Nello specifico:

  • è stato firmato il protocollo d’intesa tra il Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri e le Forze armate, le Forze di polizia e il Corpo nazionale dei vigili del fuoco per l’utilizzo di inPA;
  • è stata firmata l’intesa tra Confcommercio e il Ministro per la Pubblica amministrazione, coinvolgendo oltre 700mila imprese. Stesso discorso per Confcommercio Professioni che associa un totale di 30mila professionisti non ordinistici;
  • è stato firmato un Protocollo di intesa con l’Associazione ProfessionItaliane per avviare una collaborazione tecnica e organizzativa per incrementare le funzioni di ricerca del Portale del Reclutamento;
  • sono stati firmati due protocolli d’intesa, il primo con COLAP nazionale (Coordinamento Libere Associazioni Professionali), in rappresentanza di oltre 200 coordinamenti professionali per un totale di più di 300mila iscritti. Il secondo con SIDRI, la Società Italiana del Dottorato di Ricerca, impegnata a valorizzare ruolo e potenzialità dei dottorandi e dei dottori di ricerca, in ambito pubblico e privato;
  • è stato firmato il protocollo d’Intesa con il Consiglio Nazionale Forense (CNF) per l’implementazione dei servizi di inPA, il Portale nazionale del reclutamento. Assicurata anche l’integrazione delle banche dati;
  • è stato firmato un protocollo d’intesa con la Confederazione Aepi (Associazioni europee di professionisti e imprese) in rappresentanza di oltre 500mila imprese e 15mila professionisti multidisciplinari;
  • è stato firmato un protocollo d’intesa con il presidente di Confassociazioni (Confederazione delle Associazioni professionali).
LEGGI ANCHE  Passaporto in Posta: da luglio disponibile in tutti gli uffici postali

Vantaggi del Portale Reclutamento Pubblica Amministrazione

Il portale di reclutamento PA ha vantaggi per le Pubbliche Amministrazioni e per i cittadini: da una parte, le Pubbliche Amministrazioni possono avere accesso alla banca dati delle competenze e dei profili delle persone che aspirano a lavorare nel settore pubblico; dall’altra parte, i cittadini possono avere accesso alle informazioni sui fabbisogni delle PA.

Il portale funziona anche per individuare le commissioni esaminatrici dei concorsi, il conferimento di incarichi per il PNRR e la nomina dei componenti degli Organismi indipendenti di valutazione (Oiv).

Potrebbe interessarti anche
- Advertisement -

Annunci di lavoro

Banner newsletter_ (900 × 600 px)
Autore
Ortensia Ferrara
Ortensia Ferrara
Classe ’83, giornalista pubblicista dal 2007, laureata in scienze della comunicazione dal marzo 2008, appassionata di scrittura creativa, giornalismo e comunicazione da sempre. Pignola, puntuale, permalosa e inguaribilmente pessimista, curiosa, noiosa e ironica.