Allenatore di calcio

Vi piacerebbe lavorare come allenatore calcio ma non sapete da dove cominciare? Noi di CircuitoLavoro vi aiuteremo a fare chiarezza su una professione difficile ma bellissima. Ecco una serie di informazioni utili su come diventare allenatore di calcio, sul percorso da compiere e i guadagni per quello che, in Italia, è il gioco più amato che c’è.

Come diventare allenatore calcio

Il primo step necessario da fare è il corso per Allenatore Giovani Calciatori UEFA Grassroots C Licence che dura 10 settimane, per un totale di 123 ore di lezioni e 20 ore di tirocinio. Successivamente si passa al  corso per Allenatore Dilettante Regionale di 120 ore, che con il rilascio del patentino permette agli allenatori di diventare responsabili di juniores nazionali, regionali e provinciali. Step successivo è ottenere l’abilitazione UEFA B e poi partecipare al corso per allenatore professionista di 2° categoria UEFA A che viene svolto a Coverciano ed è il primo livello di formazione allenatori di calcio delle categorie professionistiche. Infine l’ultimo è il corso per allenatore professionista di 1° categoria UEFA pro con il quale potrete allenare qualsiasi squadra di Serie A e Serie B.

Quanto guadagna allenatore calcio

La retribuzione di un allenatore di calcio dipende ovviamente dalla categoria in cui allena e quindi dai patentini conseguiti. L’allenatore di calcio dilettante esercita le proprie mansioni a titolo gratuito tramite l’erogazione del ‘premio di tesseramento annuale’ corrispondente ad un rimborso spese chilometrico. Per campionati di promozione – eccellenza i guadagni possono andare da  800-1000 euro ad un massimo di 2000/2500 euro. Per la serie B i guadagni salgono molto, si va dai 100.000 euro l’anno per le squadre più piccole fino anche a 400.000 euro di squadre più blasonate. Gli allenatori più pagati sono in serie A e vanno da qualche centinaio di migliaia di euro all’anno fino a anche a vari milioni di euro.

Vi piacerebbe lavorare come allenatore calcio ma non sapete da dove cominciare? Noi di CircuitoLavoro vi aiuteremo a fare chiarezza su una professione difficile ma bellissima. Ecco una serie di informazioni utili su come diventare allenatore di calcio, sul percorso da compiere e i guadagni per quello che, in Italia, è il gioco più amato che c’è.

Come diventare allenatore calcio

Il primo step necessario da fare è il corso per Allenatore Giovani Calciatori UEFA Grassroots C Licence che dura 10 settimane, per un totale di 123 ore di lezioni e 20 ore di tirocinio. Successivamente si passa al  corso per Allenatore Dilettante Regionale di 120 ore, che con il rilascio del patentino permette agli allenatori di diventare responsabili di juniores nazionali, regionali e provinciali. Step successivo è ottenere l’abilitazione UEFA B e poi partecipare al corso per allenatore professionista di 2° categoria UEFA A che viene svolto a Coverciano ed è il primo livello di formazione allenatori di calcio delle categorie professionistiche. Infine l’ultimo è il corso per allenatore professionista di 1° categoria UEFA pro con il quale potrete allenare qualsiasi squadra di Serie A e Serie B.

Quanto guadagna allenatore calcio

La retribuzione di un allenatore di calcio dipende ovviamente dalla categoria in cui allena e quindi dai patentini conseguiti. L’allenatore di calcio dilettante esercita le proprie mansioni a titolo gratuito tramite l’erogazione del ‘premio di tesseramento annuale’ corrispondente ad un rimborso spese chilometrico. Per campionati di promozione – eccellenza i guadagni possono andare da  800-1000 euro ad un massimo di 2000/2500 euro. Per la serie B i guadagni salgono molto, si va dai 100.000 euro l’anno per le squadre più piccole fino anche a 400.000 euro di squadre più blasonate. Gli allenatori più pagati sono in serie A e vanno da qualche centinaio di migliaia di euro all’anno fino a anche a vari milioni di euro.

Menu