Borse di studio

Le borse di studio possono essere uno strumento importante e di supporto durante la propria formazione professionale.

Quando si decide di iscriversi all’università o di frequentare un corso di formazione o un master bisogna tenere in considerazione la possibilità di poter usufruire di borse di studio. Molto spesso infatti studiare può essere molto costoso. Ci sono i costi per l’immatricolazione, le tasse per i test di ingresso, la retta, le spese per i libri e per le stanze. Le borse di studio possono essere assegnate per reddito, quindi in base all’ISEE oppure per merito. È bene quindi informarsi presso il proprio ateneo o presso l’ente regionale di riferimento. Spesso poi anche degli enti pubblici o delle aziende mettono a disposizione delle borse di studio per sostenere e incoraggiare la formazione. Attenzione quindi a tenere d’occhio questa pagina perché possono esserci opportunità davvero interessanti.

Borse di studio INPS: come funzionano

L’INPS aiuta gli studente erogando delle borse di studio che coprono parzialmente i costi per la frequenza alle scuole di primo e secondo grado, per l’università e per gli istituti tecnici superiori. Le borse di studio dell’INPS si rivolgono ai figli (o orfani) degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e ai figli (o orfani) dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici. Le borse di studio INPS a sostegno delle spese per la scuola di primo e secondo grado e per l’università si rivolgono anche ai figli (o orfani) degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale, dipendenti del Gruppo Poste Italiane, dipendenti ex IPOST, pensionati del Gruppo Poste e ex IPOST. Per partecipare bisogna rispondere ai bandi di concorso che vengono pubblicati di solito tra il penultimo trimestre dell’anno e il primo dell’anno successivo. Vi basterà consultare queste pagine per essere tempestivamente informati.

Borse di studio INPDAP: ora confluiscono nelle borse di studio dell’INPS

Dal 2012 l’INPDAP è confluito nell’INPS, quindi anche le vecchie borse di studio INPDAP vengono oggi erogate dall’INPS. Le borse di studio vengono quindi assegnate tramite il medesimo bando di concorso. Anche le borse di studio ex INPDAP quindi possono essere richieste dai figli dei lavoratori dipendenti e dei pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali o alla Gestione magistrale.

Borse di studio 2021

Per essere informati su tutte le borse di studio 2021 che verranno messe a disposizione vi basterà consultare gli annunci a fondo pagina. Pubblichiamo sia annunci riguardanti le borse di studio degli enti pubblici sia le borse di studio di aziende e fondazioni private. Oltre ad enti come le università, i Comuni, gli Enti Regionali per il diritto allo studio, il Miur, ci sono anche aziende che mettono a disposizione borse di studio per il 2021. Ad esempio il Gruppo Intesa San Paolo si occupa di supportare lo studio e la ricerca mettendo a disposizione delle borse di studio. Solitamente si tratta di banche, grandi aziende o organizzazioni internazionali.

Borse di studio per merito

Molto spesso per ottenere le borse di studio, sia che si tratti di enti pubblici sia che si tratti di enti privati,  bisogna soddisfare requisiti economici e di merito. Il requisito economico viene valutato spesso attraverso l’ISEE mentre il requisito  di merito può essere valutato in base al numero degli esami sostenuti, alla media, al fatto di essere in corso con gli esami. Se vuoi ottenere una delle tante borse di studio per merito dunque tieni d’occhio il tuo profitto universitario.

Le borse di studio possono essere uno strumento importante e di supporto durante la propria formazione professionale.

Quando si decide di iscriversi all’università o di frequentare un corso di formazione o un master bisogna tenere in considerazione la possibilità di poter usufruire di borse di studio. Molto spesso infatti studiare può essere molto costoso. Ci sono i costi per l’immatricolazione, le tasse per i test di ingresso, la retta, le spese per i libri e per le stanze. Le borse di studio possono essere assegnate per reddito, quindi in base all’ISEE oppure per merito. È bene quindi informarsi presso il proprio ateneo o presso l’ente regionale di riferimento. Spesso poi anche degli enti pubblici o delle aziende mettono a disposizione delle borse di studio per sostenere e incoraggiare la formazione. Attenzione quindi a tenere d’occhio questa pagina perché possono esserci opportunità davvero interessanti.

Borse di studio INPS: come funzionano

L’INPS aiuta gli studente erogando delle borse di studio che coprono parzialmente i costi per la frequenza alle scuole di primo e secondo grado, per l’università e per gli istituti tecnici superiori. Le borse di studio dell’INPS si rivolgono ai figli (o orfani) degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e ai figli (o orfani) dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici. Le borse di studio INPS a sostegno delle spese per la scuola di primo e secondo grado e per l’università si rivolgono anche ai figli (o orfani) degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale, dipendenti del Gruppo Poste Italiane, dipendenti ex IPOST, pensionati del Gruppo Poste e ex IPOST. Per partecipare bisogna rispondere ai bandi di concorso che vengono pubblicati di solito tra il penultimo trimestre dell’anno e il primo dell’anno successivo. Vi basterà consultare queste pagine per essere tempestivamente informati.

Borse di studio INPDAP: ora confluiscono nelle borse di studio dell’INPS

Dal 2012 l’INPDAP è confluito nell’INPS, quindi anche le vecchie borse di studio INPDAP vengono oggi erogate dall’INPS. Le borse di studio vengono quindi assegnate tramite il medesimo bando di concorso. Anche le borse di studio ex INPDAP quindi possono essere richieste dai figli dei lavoratori dipendenti e dei pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali o alla Gestione magistrale.

Borse di studio 2021

Per essere informati su tutte le borse di studio 2021 che verranno messe a disposizione vi basterà consultare gli annunci a fondo pagina. Pubblichiamo sia annunci riguardanti le borse di studio degli enti pubblici sia le borse di studio di aziende e fondazioni private. Oltre ad enti come le università, i Comuni, gli Enti Regionali per il diritto allo studio, il Miur, ci sono anche aziende che mettono a disposizione borse di studio per il 2021. Ad esempio il Gruppo Intesa San Paolo si occupa di supportare lo studio e la ricerca mettendo a disposizione delle borse di studio. Solitamente si tratta di banche, grandi aziende o organizzazioni internazionali.

Borse di studio per merito

Molto spesso per ottenere le borse di studio, sia che si tratti di enti pubblici sia che si tratti di enti privati,  bisogna soddisfare requisiti economici e di merito. Il requisito economico viene valutato spesso attraverso l’ISEE mentre il requisito  di merito può essere valutato in base al numero degli esami sostenuti, alla media, al fatto di essere in corso con gli esami. Se vuoi ottenere una delle tante borse di studio per merito dunque tieni d’occhio il tuo profitto universitario.

Menu