Assistente Sociale

Diventare assistente sociale vi piacerebbe un bel po’ ma non sapete proprio da che parte cominciare? Siete nel posto giusto. In questa sezione, lo staff di CircuitoLavoro vi fornirà tutte le indicazioni utili per intraprendere il percorso giusto.

Assistente sociale, chi è

Tante e importanti sono le mansioni dell’assistente sociale che, in generale, è colui incaricato dell’organizzazione e gestione dei servizi sociali e della progettazione di interventi per prevenire e risolvere situazioni di disagio sociale. Tra i suoi compiti anche la promozione e sviluppo della partecipazione, della progettazione e gestione delle strutture di risposta ai bisogni delle persone. Tanti e importanti sono insomma gli obiettivi da raggiungere per chi vuole rivestire questo ruolo. Ma come diventare assistente sociale?

Formazione, qualifiche e specializzazioni

Il lavoro assistente sociale richiede impegno e dedizione non soltanto nel momento in cui lo si svolge ma anche in tutta la fase precedente, quella del percorso che, solo quando portato a termine, consente di poter lavorare in questo settore. La formazione assistente sociale è lunga e parte dal conseguimento di una Laurea appartenente alla classe L 39 Servizio Sociale (DM 270/2004) o una Laurea Magistrale nella classe LM 87 Servizio sociale e politiche sociali (DM 270/2004). La Legge 23 Marzo 1993 n.84 ha introdotto l’obbligo di iscrizione all’Albo professionale per poter svolgere l’attività di Assistente Sociale, sia come libero professionista, sia come dipendente pubblico o di enti / aziende private (vi si accede tramite concorso pubblico).

Quanto guadagna assistente sociale

La retribuzione di un assistente sociale può partire da uno stipendio minimo di 850 euro netti al mese, mentre lo stipendio massimo può superare i 2mila euro. Dipende dal tipo di lavoro che si esegue.

Cosa studiare

Vuoi prepararti ai concorsi pubblici per diventare assistente sociale? La prima cosa da fare è dotarti di un buon manuale per prepararti alle selezioni. Ne puoi trovare diversi in libreria e online. Tra quelli più aggiornati vi è il manuale completo per assistente sociale  che si rivolge a chi vuole prendere parte a concorsi in diversi settori in cui viene esplicata l’attività professionale, quali enti locali, sanità pubblica e privata (ASL, consultori, SERT etc.), strutture giudiziarie e penitenziarie, altre istituzioni pubbliche e enti del terzo settore (ETS).

Diventare assistente sociale vi piacerebbe un bel po’ ma non sapete proprio da che parte cominciare? Siete nel posto giusto. In questa sezione, lo staff di CircuitoLavoro vi fornirà tutte le indicazioni utili per intraprendere il percorso giusto.

Assistente sociale, chi è

Tante e importanti sono le mansioni dell’assistente sociale che, in generale, è colui incaricato dell’organizzazione e gestione dei servizi sociali e della progettazione di interventi per prevenire e risolvere situazioni di disagio sociale. Tra i suoi compiti anche la promozione e sviluppo della partecipazione, della progettazione e gestione delle strutture di risposta ai bisogni delle persone. Tanti e importanti sono insomma gli obiettivi da raggiungere per chi vuole rivestire questo ruolo. Ma come diventare assistente sociale?

Formazione, qualifiche e specializzazioni

Il lavoro assistente sociale richiede impegno e dedizione non soltanto nel momento in cui lo si svolge ma anche in tutta la fase precedente, quella del percorso che, solo quando portato a termine, consente di poter lavorare in questo settore. La formazione assistente sociale è lunga e parte dal conseguimento di una Laurea appartenente alla classe L 39 Servizio Sociale (DM 270/2004) o una Laurea Magistrale nella classe LM 87 Servizio sociale e politiche sociali (DM 270/2004). La Legge 23 Marzo 1993 n.84 ha introdotto l’obbligo di iscrizione all’Albo professionale per poter svolgere l’attività di Assistente Sociale, sia come libero professionista, sia come dipendente pubblico o di enti / aziende private (vi si accede tramite concorso pubblico).

Quanto guadagna assistente sociale

La retribuzione di un assistente sociale può partire da uno stipendio minimo di 850 euro netti al mese, mentre lo stipendio massimo può superare i 2mila euro. Dipende dal tipo di lavoro che si esegue.

Cosa studiare

Vuoi prepararti ai concorsi pubblici per diventare assistente sociale? La prima cosa da fare è dotarti di un buon manuale per prepararti alle selezioni. Ne puoi trovare diversi in libreria e online. Tra quelli più aggiornati vi è il manuale completo per assistente sociale  che si rivolge a chi vuole prendere parte a concorsi in diversi settori in cui viene esplicata l’attività professionale, quali enti locali, sanità pubblica e privata (ASL, consultori, SERT etc.), strutture giudiziarie e penitenziarie, altre istituzioni pubbliche e enti del terzo settore (ETS).

Menu